Cerca

Verso il referendum

Pensioni, la promessa di Renzi: quattordicesima doppia alle pensioni minime

Pensioni, la promessa di Renzi: quattordicesima doppia alle pensioni minime

Sessantasette giorni al voto sul referendum costituzionale. Tradotto: 12 settimane di campagna elettorale e soprattutto mance. Entro il 4 dicembre, giorno delle urne fissato dal governo dopo un'attesa infinita, sarà stata licenziata la finanziaria per il 2017 e l'obiettivo chiaro di Matteo Renzi è quella di utilizzare la manovra come arma di convincimento degli elettori indecisi, un po' come ha sempre fatto prima di ogni appuntamento al seggio. Quest'anno non si parlerà di bonus 80 euro o bonus giovani, ma di pensioni. "Alle pensioni minime, a quelli che arrivano fino a 750 euro, viene data oggi una quattordicesima, circa 40 euro al mese. A questi raddoppiamo la quattordicesima, in un'unica soluzione", ha annunciato lunedì sera il premier a Quinta Colonna, da Del Debbio. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • himme

    27 Settembre 2016 - 20:08

    Mia madre insegnante 65 anni a giugno 5 anni fa è stata stroncata dalla legge Fornero per il famoso errore di calcolo sulla peculiarità degli insegnanti costretti a presentare la domanda di pensione solo in un determinato periodo,la famosa quota 96,attualmente si trova costretta a percorrere oltre 100km al giorno per recarsi al lavoro, su questo Renzi dovrebbe dare una risposta

    Report

    Rispondi

  • babbone

    27 Settembre 2016 - 17:05

    Ha fatto un decreto per non pagare le pensioni infischiandosene del parere della Corte Costituzionale, quindi....venculanatravorta.

    Report

    Rispondi

blog