Cerca

Ritorno al passato

Italiano, giovane e laureato
L'identikit del nuovo emigrante
che cerca fortuna in Germania

Gli arrivi dal nostro Paese nella terra della Merkel sono aumentati del 40% rispetto al 2011 (+12mila persone)

Italiano, giovane e laureato
L'identikit del nuovo emigrante
che cerca fortuna in Germania

Da terra di immigrazione stiamo tornando ad essere un Paese di emigrati. La crisi economica costringe sempre più italiani a fare le valige, lasciare parenti e amici per cercare la fortuna all'estero, come i nostri bisnonni. E oggi, come all'ora, la speranza si chiama Germania. 

Secondo i dati preliminari diffusi dall'ufficio di statistica, Destatis, l'anno scorso 1,08 milioni di persone si sono trasferite a casa della Merkel dai paesi dell'Eurozona meridionale e di queste i nostri compaesani hanno raggiunto il record in termini assoluti. Rispetto al 2011, infatti, il numero di emigrati italiani è cresciuto di 12mila unità nel 2012, il 40% in più. A lasciare la Grecia lo scorso anno sono state invece 10mila persone in più, 9mila in più sono arrivate dalla Spagna e 4mila in più dal Portogallo. In totale l'immigrazione dai Paesi dell'Ue ha fatto registrare nel 2012 un balzo del 18%, con un aumento di 96mila stranieri rispetto al 2011. 

La Baviera, seguita dalla Renania, sono state le mete predilette. I nuovi immigranti sono circa 10 anni più giovani della media dei cittadini tedeschi e hanno nella maggioranza una laurea universitaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aio_puer

    21 Maggio 2013 - 12:12

    Paghiamo gli studi ai giovani che poi vanno ad aiutare i tedeschi e allo stesso tempo manteniamo i parassiti stranieri che vengono da noi. Bravi pirla, facciamoci i complimenti da soli.

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    07 Maggio 2013 - 20:08

    loro si prendono tutte le nostre teste migliori, mano d'opera qualificata da investire in tanti settori che li ripagheranno ampiamente, mentre noi importiamo poveracci, disgraziati e delinquenti che ci toglieranno anche quel poco che ci è rimasto per mantenerli. Governo incapace.

    Report

    Rispondi

blog