Cerca

Il contrappasso

Cgil, Camusso contestata a Milano da una donna: "Pensate solo agli esodati"

Il segretario del sindacato faccia a faccia con una lavoratrice infuriata: "Non avete fatto nulla per l'età pensionabile delle donne. Senza un euro al mese non si campa"

Cgil, Camusso contestata a Milano da una donna: "Pensate solo agli esodati"

Ogni tanto anche i papaveri della Cgil fa i conti con la rabbia dei più penalizzati. Al termine di un convegno alla Camera del lavoro di Milano il segretario Susanna Camusso viene avvicinata da una lavoratrice visibilmente infuriata: "Non ci avete difeso", l'accusa a proposito dell'età pensionistica delle donne, "avete pensato solo agli esodati". "Perché secondo lei abbiamo detto che la cosa non è finita? Perché abbiamo detto che bisogna ricostruire i principi? Bisogna proporre il problema dell’età e della ricongiunzione onerosa", ha replicato imbarazzata la Camusso, ma la contestratrice non ha sentito ragioni: "La serenità senza 1 euro al mese va a farsi benedire". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gmario52

    16 Luglio 2013 - 10:10

    Ci si accorge solo ora che i sindacati pensano agli affari loro ? Mi domando come possano ancora i lavoratori versare la quota sindacale , quando serve solo a mantenere una marea di fannulloni che parla di lavoro senza aver quasi mai lavorato , che parla di diritti senza rispettare doveri , che pensa alla propria carriera politica e basta , vedi Marini ,Cofferati , Epifani , ecc ecc. Signori lavoratori , stracciate le tessere e metteteli in braghe di tela questi signori , vedrete così cosa sapranno fare !!! La grande parte di responsabilità della rovina dell'Italia è nelle loro mani . Paese rimasto alla preistoria , dove gli industriali li chiamano padroni e gli operai sfruttati , ma dove ??? Sveglia gente , sveglia !!!!!

    Report

    Rispondi

  • deltabravo

    16 Luglio 2013 - 10:10

    La Camusso come un vero compagno dice sempre che bisogna essere altruisti bisogna dividere tutto per il sindacato per il partito per i parlamentari e quello che è tuo lo devi dividere con loro,però la differenza sta quì,tu dividi con noi noi col cazzo diviamo con voi,voi i sacrifici a noi le palanche,a voi il lavoro sottopagati a noi le iscrizioni sindacali obbligatorie a voi sudare a noi a prenderci il sole ai tropici specialmente quando bisogna far scioperare voi,tacete ed accettate quanto vi propiniamo e che dovete bere come ricino ricordatevi noi siamo la storia perchè la facciamo noi voi siete solo bifolchi che dovete tacere ubbidire e non parlare viva i sindacati democratici.

    Report

    Rispondi

blog