Cerca

Lavoro

Ocse, in Italia metà lavoro giovanile è precario

Ocse, in Italia metà lavoro giovanile è precario

In Italia la quota dei giovani fra i 15 e i 24 anni con un lavoro precario è quattro volte superiore alla media complessiva. Lo sottolinea l'Ocse nel suo rapporto 2013 sull'occupazione, da cui emerge come nel 2012 questa percentuale fra i giovani fosse del 52,9%, mentre la media su tutto il mercato è del 13,8%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog