Cerca

Lavoro

Dopo fallimento non compensabile Iva

Dopo fallimento non compensabile Iva

Non è consentito compensare l'Iva a credito maturata dopo l'apertura del fallimento con debiti Iva precedenti alla dichiarazione concorsuale. Lo stabilisce la Ctp di Brescia, precisando che l'atto con cui l'ufficio comunica la compensazione è opponibile con ricorso in commissione tributaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog