Cerca

Nasce Gi Group Academy

Il direttore generale Luca Valsecchi illustra le aree di attività

Nasce Gi Group Academy
Nasce Gi Group Academy: quali sono le aree d’attività previste? «Gi Group Academy - spiega il direttore generale Luca Valsecchi - è costituita da tre aree d’attività, strettamente correlate tra loro perché concepite per alimentarsi reciprocamente: l’area culturale, l’area ricerca e l’area “Corporate University”, con l’obiettivo di generare competenze fruibili sia per la formazione interna che esterna al Gruppo».

Come nascono e quali sono i temi che costituiranno i principali eventi del 2010? «Gli eventi nascono da un’attenta e sistematica osservazione dei principali fenomeni che costituiscono il mercato del lavoro sia in termini di scenari futuri sia di strumenti già disponibili: dal confronto con i molteplici
soggetti che noi e i nostri partner incontriamo quotidianamente e dal desiderio di proporne alcuni all’attenzione di tutti emergono poi le specifiche proposte da rendere oggetto di dibattito e di ulteriore approfondimento: Academy è un luogo aperto al contributo di tutti, nel confronto tra le parti, e vuole essere un punto di riferimento per i diversi interlocutori del mercato del lavoro, sia privati sia pubblici». «Il “palinsesto” iniziale è già piuttosto ricco: siamo in presenza di un mercato molto dinamico e buona parte degli strumenti legislativi disponibili sono ancora parzialmente inesplorati. Non a caso l’evento di lancio del 24 maggio s’intitola “Scenari futuri e strumenti per il presente. A 40 anni dalla nascita dello Statuto dei lavoratori”e sarà seguito da un seminario pomeridiano di approfondimento sullo strumento dello staff leasing. Durante l’anno avremo la possibilità di affrontare temi quali “il futuro del lavoro e i lavori del futuro”, di approfondire lo strumento dell’apprendistato, di verificare la domanda di lavoro e il suo nesso con le retribuzioni, di confrontarci sulle nuove frontiere dei social network, anche attraverso, case history e indicazioni pratiche: vorremmo che l’attività dell’Academy si traducesse in parte anche in una sorta di consulenza operativa a persone, professionisti, aziende».

Ci fa un esempio? «Particolare attenzione sarà rivolta al tema della continuità professionale: attraverso osservatori territoriali, formazione mirata ed efficaci strumenti d’inserimento lavorativo vogliamo contribuire a sviluppare le
potenzialità delle persone a partire dalle singole esigenze e dal desiderio di impiegabilità e stabilità professionale. Ed è solo l’inizio. Ma se Gi Group Academy riuscirà a diffondere maggiormente la conoscenza di questi temi e a sviluppare ulteriori risposte alle esigenze di persone e aziende, sarà compiuto un piccolo passo in avanti verso il completamento del ruolo di “agenzia per il lavoro” ma soprattutto verso un mercato più completo e capace di far evolvere più efficacemente il ruolo di tutte le parti in causa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog