Cerca

Censis: "Italia troppo vecchia, nel 2050 sarà grana pensioni"

La ricerca: "Presto il 26% di over 64. Chi oggi ha tra i 25 e i 34 anni non supererà i 1.000 euro al mese". Sacconi: "Difficile dirlo"

Censis: "Italia troppo vecchia, nel 2050 sarà grana pensioni"
Il 42% dei lavoratori dipendenti che oggi hanno tra i 25 e i 34 anni andrà in pensione, nel 2050, con meno di 1.000 euro al mese. E' l'allarme lanciato dal Censis ad un anno dal lancio del progetto 'Welfare, Italia. Laboratorio per le nuove politiche sociali' condotto in collaborazione con l'Unipol. Attualmente, infatti, i giovani al lavoro che guadagnano una cifra inferiore ai 1.000 euro sono il 31,9%: ciò significa, si legge nel rapporto, "che in molti si troveranno ad avere una pensione pubblica più bassa del reddito di inizio carriera". Una previsione, questa, che riguarda i più "fortunati", cioè i 4 milioni di giovani oggi ben inseriti nel mercato di lavoro con contratti standard. Senza cioè contare quel milione di giovani autonomi o con contratti atipici e i due milioni di giovane che non studiano né lavorano, continua il rapporto. In Italia "il problema pensioni non è risolto". Il problema più grave, infatti, è che si tratta di uno dei Paesi più vecchi e longevi al mondo. Nel 2030 gli anziani over 64, dice ancora lo studio Censis-Unipol, sarano più del 26% della popolazione totale: quattro milioni di persone non attive in più e due milioni di attivi in meno. Il sistema pensionistico dunque dovrà confrontarsi con seri problemi di compatibilità ed equità. "Se le riforme degli Anni 90 hanno garantito la sostenibilità finanziaria a medio termine del sistema previdenziale, oggi preoccupa il costo sociale e la riduzione delle tutele per le generazioni future".

Sacconi scettico - "Le proiezioni di questo tipo sono molto opinabili perché scontano ipotesi di percorsi lavorativi che nessuno può disegnare in un tempo di così straordinari cambiamenti", ha commentato con un pizzico di scetticismo il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi. Così il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi. "Sono dati che non capisco, neanche la zingara saprebbe disegnare percorsi simili e io diffido da proiezioni di questo genere che sono opinabili anche se questo non significa sottovalutare l'esigenza di pensare al futuro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • CHIARAVR

    02 Agosto 2011 - 16:04

    Provate ad andare alla Caritas... i nuovi poveri siamo noi, pensionati che hanno lavorato una vita alla ricerca di un pacco di pasta! quando ci sono immigrati che per il nostro Paese non hanno mosso un dito che si ritrovano con una pensione (magari di invalidita') più che dignitosa ma sicuramente non meritata! Politici che "sopravvivono" POVERINI con MINI pensioni da 9000 euro al mese. Provassero loro a vivere con 600 euro mensili e dover pagare affitto e bollette! Chissà che fine faremo noi trentenni d'oggi....... VERGOGNATEVI!

    Report

    Rispondi

  • roda41

    09 Luglio 2011 - 23:11

    i proventi ad enti inutili e clientelari,l'8 per mille,lo stbilissero per fondi pensione enon a pseudo enti e svariati(controllati ONLUS) e vedi come escono i soldi

    Report

    Rispondi

  • bellissimo

    06 Luglio 2011 - 14:02

    A mio modesto parere la grana verrà fuori quando andranno in pensione gli extracomunitari e gli immigrati,che,anche se lavorando non risciranno a raggiungere (con le nostre leggi attuali) i tempi e i modi della pensione. E allora giù pensioni sociali elargite dallo stato.A meno che la pensione non gliela versi la Caritas,o ne limino mezza della nostra.

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    06 Luglio 2011 - 13:01

    Ma chi mette al mondo un figlio con 800 euro al mese ? L'Italia,oltretutto,nega il lavoro agli autoctoni preferendo gli immigrati stranieri che vengono sistematicamente sfruttati per 3-4 euro al mese arrivando addirittura a farne entrare 300 mila nuovi immigrati agni anni per sostituire gli italiani che non accettano lo sfruttamento....Che dire W LA CAMORRA !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog