Cerca

Sicurezza Personale

Codice a colori per valutare il rischio

0
CODICE A COLORI PER VALUTARE IL RISCHIO

Il sistema dei codici a colore fu inventato alla fine della seconda guerra mondiale dal colonnello Cooper degli Stati Uniti d'America per valutare il rischio.
Successivamente il dott. Grosmann ex ranger statunitense li modificò attribuendo ad ogni colore una determinata frequenza cardiaca.


Userò il sistema dei codici traslato in ambito civile per indicare il livello di rischio di alcune situazioni.
Nei prossimi articoli utilizzerò i colori per comodità nel descrivere gli scenari. Di seguito troverete l'elenco con la relativa spiegazione.

CODICE BIANCO
situazione di rilassamento, ad esempio siete in casa vostra e state leggendo un libro

CODICE GIALLO
sentite un rumore di vetro rotto non bene identificato, quindi allertate i sensi e cercate di capire da cosa è stato causato, potrebbe essere stato il vostro gatto che urtando un oggetto l'ha fatto cadere ma potrebbe anche essere qualcuno che sta cercando di entrare nel vostro appartamento.

CODICE ARANCIO
non avete un gatto, né bambini che scorrazzano per la casa, sta di conseguenza succedendo qualcosa di anomalo. Entrate in modalità attenzione vigile.


CODICE ROSSO
vi trovate un paio di uomini nel corridoio, diventa necessario assumere la postura di sicurezza e mettere in atto le modalità che vedremo, di difesa passiva o attiva a seconda della situazione in cui vi trovate e delle competenze che avete, che analizzeremo nei prossimi articoli.

CODICE NERO
fase di esaurimento dell'arousal, attivazione psicofisiologica, e graduale ritorno alla fase di normalità (omeostasi).
Non preoccupatevi se dopo un'ora dall'accadimento iniziate a tremare come delle foglie, o se vi vengono in mente pensieri caotici e non riuscite a ricordarvi con precisione l'accaduto. Non state impazzendo è il normale processo di metabolizzazione del trauma che come una ferita si deve rimarginare. Nel caso ciò non si verificasse è meglio rivolgersi ad un professionista che posso aiutarvi nel superamento del blocco emozionale.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media