Cerca

È contro le nozze gay

Perde lo scettro di miss Usa

È contro le nozze gay

Carrie Prejean è Miss California. Una bella ragazza baciata dal sole del Pacifico, al punto che per poco non è salita sul gradino più alto di Miss Usa 2009, dove invece si è dovuta accontentare del secondo posto. Teoricamente perché battuta da Kristen Dal ton, Miss Carolina del Nord: bionda, un bel sorriso e due gambe lunghe lunghe. Ma a quanto pare Carrie si è segata le gambe con le sue stesse mani. O meglio, con la sua stessa idea che i matrimoni etero alla fine siano meglio di quelli gay.
A pensarla in questo modo non sono soltanto i suoi sostenitori, ma anche i detrattori. Tutta colpa di una risposta non considerata politicamente corretta dalla giuria sulle nozze gay e la loro legalizzazione.
Un tema di scottante attualità negli Stati Uniti di Obama: dopo Massachusetts, Connecticut e Iowa, anche il Vermont all’inizio di aprile ha dato l’ok alla legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso.
La nazione ideale di Carrie - Dal momento che Miss Usa deve essere aggiornata su tutto – e che la domanda avrebbe certamente provocato qualche polemica -, il re del gossip Perez Hilton (mai nome fu più azzeccato) ha chiesto a Carrie se ogni stato americano debba seguire l’esempio del Vermont. Miss California ha detto che sì, gli americani hanno anche il diritto di sposarsi con chi credono più opportuno, indipendentemente dal loro sesso, ma “nella sua nazione ideale” il matrimonio dovrebbe essere come è sempre stato, tra un uomo e una donna.
Una sgualdrina idiota - Apriti cielo, è scoppiata la tempesta, anche alla luce del fatto che lo scorso novembre la California non solo era chiamata come il resto del Paese a eleggere il nuovo presidente, ma anche ad esprimersi sul referendum per i matrimoni omosessuali, di fatto bocciato. Hilton non ha fatto altro che giudica la risposta di Carrie la “peggiore mai data nella storia dei concorsi di bellezza”, ritenendo che Miss California abbia perso non tanto perché non crede nei matrimoni gay, quanto perché “è una sgualdrina idiota”.
Sarà, ma intanto Carrie è finita al secondo posto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giorgio.maselli

    21 Aprile 2009 - 20:08

    La parola 'idiozia' è quella giusta dopo quella di 'nausea' nel prendere atto del giudizio dato da chi ha definito 'sgualdrina' la ragazza.

    Report

    Rispondi

  • enricosecondo

    21 Aprile 2009 - 20:08

    Benissimo, adesso capirà cosa significa essere discriminati, lei per aver detto una sciocchezza, i gay perchè semplicemente amano uno del loro stesso sesso. E siamo nel xxi secolo, mah.

    Report

    Rispondi

blog