Cerca

Sms e sex appeal

Scrivi bene, conquisti di più

Sms e sex appeal

Londra - Dimmi come "smessaggi" e ti dirò quanto cucchi…dallo stile che usiamo per spedire gli sms si capisce molto della nostra personalità. Se siete innamorati e la volete conquistare non speditele rose: mandatele, piuttosto, un messaggio. Occhio, però, a come vi esprimete. Lo stile della vostra scrittura è fondamentale per far breccia nel suo cuore. Le donne amano gli sms, purchè il testo non sia infarcito di parole abbreviate o sostituite da simboli e numeri. Questi i risultati ottenuti da una ricerca condotta su un campione di 2.000 giovani britannici. Ben il 90% delle ragazze preferisce comunicare tramite sms piuttosto che a voce, mentre il 76% sostiene che lo stile di scrittura di un sms è indicativo della personalità di chi scrive. I ricercatori hanno identificato quattro differenti stili di testo che vanno da quello più arguto, a quello più superficiale, caratterizzato da simboli e abbreviazioni. Lo stile arguto è utilizzato dal 34% dei ragazzi, e consiste in messaggi ironici, di lunghezza non eccessiva, contenenti allusioni che sfociano nel flirt. Si tratta, secondo i ricercatori, del modo più rapido ed efficace per conquistare il cuore dell'amata, visto che ben il 68% delle ragazze è attratto da questo tipo di messaggi.

Lo stile più superficiale, invece, è scelto da poco più del 25% dei ragazzi, che pare non riscuotano lo stesso successo dei loro colleghi “arguti”. Infatti il 56% delle ragazze non è per niente ammaliata da questo stile ma anzi trova che indichi mancanza di personalità e di immaginazione. Simboli, numeri e abbreviazioni sostituiscono le tradizionali parole negli sms del 19% dei ragazzi. Utilizzare la X al posto del «per», il numero 6 per indicare il presente della seconda persona singolare del verbo essere, o peggio ancora sostituire la lettera C con la K, può rivelarsi una scelta decisamente infelice, dato che per il 63% delle ragazze si tratta di un modo «stupido» e «infantile» di comunicare. Inoltre la presenza di errori grammaticali - voluti o meno - per il 41% è indice di «pigrizia» e «mancanza d'intelligenza».

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    12 Luglio 2008 - 13:01

    Sarà così anche se stupido ed infantile, comunque i midia sono bravi a tormentarci di stupidate come gli spot così imbecille, ad uso dei gay, macio, lesbiche e teledipendenti. Invasa, davvero la privacy, apri un sito e ti dice, ciao Vincenzo Alias Il Contadino, oppure col tuo vero nome e cognome, ancora con un e-mail inviata ad una ditta per avere spiegazioni, la rivedi sul motore di ricerca con telefono e fax, così ci incazziamo per le impronte ai Rom e non capiamo che si difendono i bambini? In poche parole alle sette di mattina il tormentone di cartoni idioti, proprio quando questi piccoli devono studiare o fare colazione, ma ancora cavolate non preparate due uova al tegamino, ma con una striminzita brioche la sera invito al cinema con la Demi Moore e Barrymore che si vede la prima che si sbilancia dal grattacielo, poi un ritorno sul terrazzo per attaccar la bella, brava e viziata Drew, ma questa non ha il mal di schiena alla sua età? L altra, quanti anni sono passati da ET? Così ad un ragazzo-a chiedi chi dove sta il Darfour, avrai una risposta sarà, nei Rocher? enzoaliassilcontadinoatalicepuntoit NB Senza punteggiatura per accettazione da Softwere

    Report

    Rispondi

blog