Cerca

Appunto

Filippo Facci: Società sedile

Filippo Facci: Società sedile

I consiglieri Rai Gherardo Colombo e Benedetta Tobagi furono nominati nel 2012 con i voti del Pd che adesso ne chiede le dimissioni: ma i due se ne fottono e restano sulla poltrona, fine. La sintesi è questa, il resto sono balle. Lo è, soprattutto, l'abusata pretesa di non rendere conto a un partito bensì alla "società civile", questa chimera che in pratica significa che uno è un ex magistrato e l'altra è orfana di padre: le competenze specifiche finiscono qui. Forse i due si illudono che il pubblico possa cogliere un messaggio più articolato, ma spiacenti, alla mitica società civile arriva quanto segue: che ci sono due nominati che non vogliono mollare sedile e stipendio (alto, in rapporto a ciò che fanno) e soprattutto non vogliono che la Rai subisca i tagli voluti dal governo, loro sostanziale editore anche se formalmente resta il Tesoro. Perché non si dimettono? Perché no: anche questa è la sostanziale risposta, pur corredata da complesse motivazioni che si traducono nel fatto che il governo, a loro dire, sbaglia a fare i tagli. Tutti dicono che un consigliere che vota contro l'azionista deve dimettersi: loro restano. E a proposito di società civile: i nomi di Colombo e Tobagi furono proposti al Pd dalle associazioni "Libera", "Se non ora quando", "Libertà e giustizia" e "Comitato per libertà e il diritto all'informazione". Nessuna di esse, in questi giorni, ha proferito verbo. In un paio di casi, le associazioni risultano praticamente sciolte.

di Filippo Facci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog