Cerca

Il commento

Isis, perché il bambino-boia di 10 anni è già morto

Isis, perché il bambino-boia di 10 anni è già morto

Sono tre i morti del video dove si vede un bimbo di 10 anni giustiziare con un colpo alla nuca due prigionieri russi per conto dello Stato Islamico dell’Isis. Il terzo morto, quello che fa più pena, è il giustiziere. E non perché è facile prevedere che difficilmente arriverà vivo all’età delle sue vittime. Ma perché è morto dentro, prima di aver la possibilità di diventare uomo, probabilmente vittima della scelta di un padre che l’ha portato con sé nelle terre dell’orrore, inseguendo una follia che condannerà a morte lui stesso e la sua stirpe. Il suo tragico destino non è diverso da quello delle bimbe nigeriane di Boko Haram spinte a farsi saltare in aria nei mercati e nelle piazze.

di Pietro Senaldi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    04 Febbraio 2015 - 05:05

    ..."Ma quel bambino è già morto"...Speriamo che crepi sul serio.Da grande farà ancora più disastri.

    Report

    Rispondi

  • gianbus52

    17 Gennaio 2015 - 06:06

    Lui e suo padre sono morti non appena li vedono ha tiro

    Report

    Rispondi

  • informatica.lele

    15 Gennaio 2015 - 09:09

    Oltre ad aver notato l'ennesimo atto crudele ad opera di questa gente, ho notato diversi parallelismi col passato. Se prima vi era la Germania nazista a seminare panico e terrore con le sue azioni adesso vi è l'ISIS. E' proprio vero. La storia si ripete. Se prima il Nazismo manovrava le menti e creava macchine aventi fini distruttivi, adesso dei fanatici riescono a fare lo stesso proprio come il s

    Report

    Rispondi

  • darkilene85

    14 Gennaio 2015 - 10:10

    Queste tipo do notizie con il bambini Mi rovina tutta la giornata Mi dispiace tantissimo mi viene una tristezza immensa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog