Cerca

Sedia a rotelle

Filippo Facci: la crociata della giornalista del "manifesto" contro il Lego sessista

filippo facci

filippo facci

Persino il Lego. I paesi del Nord Europa sono da invidiare in tante cose, ma non in certa esasperazione della correttezza politica: nei cataloghi di giocattoli svedesi o danesi si vedono bambini (maschi) che fanno il bagnetto alle bambole e poi bambine che giocano coi soldatini. D'accordo, in Italia c'è il problema contrario, nei negozi di giocattoli la corsia «bambine» sembra un negozio di casalinghi, mentre i maschi, viceversa, sono rappresentati mentre scimmiottano i mestieri dei grandi o s'industriano con treni e macchinine e costruzioni. In Danimarca, in compenso, «l'educazione alla differenza» sta facendo pazziare tutti. La Lego, per correttezza politica, ha messo sul mercato anche un personaggetto su una sedia a rotelle: polemiche perché sembra un uomo anziano (ha i capelli grigi) e quindi accredita lo stereotipo che la disabilità sia presente solo negli anziani. Non solo. La sedia a rotelle è spinta da una donna: ah, altro stereotipo. Non solo: tra i nuovi personaggetti c'è anche quello di «madre-con-bambino». Insomma, «prosegue quello stereotipo che assegna a ciascuna una specie di predestinazione biologica», ha scritto scandalizzata una giornalista del manifesto. Da noi, in effetti, aspettando tempi migliori, a mettere il mondo i figli sono ancora le madri: portiamo ancora il fardello di questa predestinazione biologica. Ma cambierà, eh.

di Filippo Facci
@FilippoFacci1

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nick2

    07 Agosto 2015 - 11:11

    A volte la “correttezza politica” viene esasperata, ma probabilmente nei paesi occidentali fa orrore vedere nei negozi di giocattoli la corsia delle bambine piena di casalinghi, distinta da quella dei bambini, dove si trovano giochi che rappresentano lavori da “uomo”. Il suo nuovo padrone ha scelto la via del fondamentalismo retrogrado. Sono curioso di vedere se lo seguirà fino in fondo.

    Report

    Rispondi

  • Chry

    07 Agosto 2015 - 03:03

    Che coglionata di articolo, sei il solito sessista ancorato alle idee rurali, quelle fisse e sceme di generazioni fa, il mondo cambia e tu non ti adatti, ti rassegni ad elemosinare storielle di giocattoli, mentre non comprendi di cosa si parli, sei il solito imbecille, ti hanno cacciao dalla TV perché non facevi altero che sparare cazzate, solo qui ti vogliono, tra gli articoli sgrammaticati e l'ossessione per la ragazzina Aurora

    Report

    Rispondi

  • gdecorti

    06 Agosto 2015 - 21:09

    Delirio ideologico, lo stesso che in mille altri campi sta mandando in malora il paese.Chi scrive certe boiate farebbe bene a cambiare mestiere.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    06 Agosto 2015 - 20:08

    devono spiegare al mondo la buffonata della sgrena che lava i piatti ai maschi arabi, mentre in occidente fa la femminista, altro che lego.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog