Cerca

Donne al volante, l'anti stress:

musica a palla e niente partner

Donne al volante, l'anti stress:

Spesso gli uomini ridono sotto i baffi quando vedono una donna che si appresta a parcheggiare, immaginandone già gli esiti disastrosi. Sfortunatamente, non a torto, visto che un sondaggio diYouGov/Nissan Micra, condotto su un campione di 700 guidatrici, ha rivelato che le donne italiane sono per la maggior parte stressate o molto stressate (63% del totale), e che solo il 36% dichiara di guidare in tutta tranquillità. La prima causa di stress risulta essere proprio la ricerca del parcheggio (70%), seguita dal rimanere intrappolata nel traffico urbano (61%). Cosa fare quindi per ridurre i livelli di stress al volante? Certamente non far sedere sul sedile a fianco il proprio partner o un familiare, che totalizzano oltre il 50% dei voti alla domanda “Chi ti stressa di più se si siede vicino a te in macchina?”. Molto meglio un amico (4%), un collega (3%) o una qualunque altra persona non vincolata da legami affettivi con la guidatrice. In ogni caso, esistono metodi comuni per cercare di rilassarsi anche durante la guida. Ascoltare la musica (68%) è l’antistress per eccellenza, specialmente a tutto volume. Fortunatamente, da qualche anno le case automobilistiche dotano le loro vetture con dei sensori di parcheggio posteriori per salvare tutte le donne sull’orlo di una crisi di nervi. Tra queste spicca la nuova Micra n-tec di Nissan, appena lanciata sul mercato italiano, che prevede l’innovativo Nissan Connect, un sistema integrato di navigazione, comunicazione e audio per creare un’atmosfera distesa e rilassata riducendo al minimo il nervosismo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jack1980

    02 Luglio 2009 - 11:11

    Ascoltare la musica a tutto volume sarà anche anti-stress, ma fa male alla guida.

    Report

    Rispondi

blog