Cerca

Newcastle, nuova idea contro la crisi

Impiegati nudi sul luogo di lavoro

Newcastle, nuova idea contro la crisi

Contro la crisi non servono soluzioni economiche o trovate finanziare, ma tutta l’autostima necessaria per lavorare meglio tra colleghi, senza più barriere. E così in una società inglese hanno pensato bene di presentarsi in ufficio tutti nudi per un intero giorno. È successo a Newcastle, nell’Inghilterra dal nord, a pochi passi dal confine con la Scozia.
I protagonisti sono gli impiegati della Onebestaway, società di design colpita non poco dalla crisi economica, rischiando di rimanere in braghe di tela. In un certo senso, sono andati oltre, levandosi pure quelle, ma ottenendo risultati strabilianti.
Il rischio del fallimento - Sei persone lasciate a casa, profitti in caduta libera e un futuro oscuro: sembravano ormai pronte le carte del fallimento quando l’amministratore delegato Mike Owen si è rivolto ad uno psicologo aziendale, David Taylor. Dopo aver analizzato attentamente la situazione, è giunto alla conclusione che il modo migliore per uscire dalle difficoltà era quello di lavorare per un giorno senza veli.
Barriere abbattute - Un’idea che all’inizio non aveva trovato consensi, ma che alla fine è spuntata. Nel giorno stabilito quasi tutti gli impiegati hanno lavorato nudi. Solo un uomo ha deciso di “indossare” un marsupio per nascondere la parti intime, mentre una donna non si è levata la biancheria intima. Tra i più attivi, invece, c’era la ventitreenne Sam Jackson: “E’ stata una iniziativa brillante”, ha commentato ai tabloid. “È stato emozionante e dal quel giorno di aprile abbiamo cominciato a discutere con più onestà”. La società a quel punto è nettamente migliorata e sono stati assunti due nuovi designer, con buona pace della crisi.
"Naked Office" - Tanti profitti, ma anche tanta immagine: il singolare sperimento è stato filmato e il prossimo 9 luglio il canale Virgin 1 trasmetterà il documentario “Naked Office”: la cronaca di una giornata in ufficio senza veli.
L’amministratore Owen ha confessato di aver “suggerito a tutti di provare questo esperimento”. “Ciò non ha niente a che fare con il sesso e dimostra che sei fai qualcosa di sconvolgente con i tuoi colleghi di lavoro, i legami si rafforzano”. Visitando il sito dell’azienda (www.onebestway.com), compare proprio il logo del documentario.
Le società italiane sono state informate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog