Cerca

Subbuteo e cicciobelli

Ricordi a ruba su e-bay

Subbuteo e cicciobelli
I ricordi sono belli perché resistono agli anni che passano. Di tanto in tanto tornano pure di moda. Se poi c’è la tecnologia a dare una mano, tanto meglio. Per chi vorrebbe riavere il fotoromanzo sfogliato da ragazza o l’orsacchiotto preferito perso chissà come; per chi vorrebbe tornare ad usare la polaroid anziché le macchine fotografiche digitali; per chi vorrebbe trascorrere il tempo davanti ad un Commodore 64 o una console che non sia la Playstation; per tutti “colore che” ecco la soluzione targata da eBya.it che dal 24 luglio propone 4 pagine speciali per rivivere gli anni ’60, ’70, ’80, ‘90.  
Tornare a giocare con il tempo e a toccare con mano i miti che hanno fatto un’epoca. Come le prime minigonne che hanno allietato gli sguardi dei giovani con l’esplosione della “Swinging London”. O le puntate di un telefilm cult tra i giovani negli anni ’90, quel “Beverly Hills 90210” con i suoi Brandon, Brenda, Dylan, Kelly, Steve, Donna, David e Andrea.
Quattro diverse homepage (60, 70, 80, 90) che ricostruiscono nella veste grafica e nello stile quegli anni, regalano agli utenti un tuffo nelle atmosfere del passato per rivivere i film che hanno avuto successo in quel periodo, la moda e le tendenze.
D’altra parte il passato piace a chi è provetto navigatore della rete. Un’indagine condotta proprio dalla società di aste on line su un campione di 15.000 persone dimostra che la classifica dei ricordi che gli italiani vorrebbero ritrovare vede al primo posto l’album dei calciatori Panini (44%), seguito da Cicciobello (21%), al terzo posto il Subbuteo (20%), giù dal podio la Barbie (16%).
“Ho sempre avuto una passione feroce per il Subbuteo”, racconta Massimiliano, uno degli intervistati, “qualche anno fa ho ritrovato, nella soffitta dei miei nonni, le vecchie squadre di quando ero piccolo. Da lì ho cominciato a cercare su eBay quelle che allora non potevo permettermi! Ormai ne ho più di 200 e grazie ad eBay mi sono tolto anche qualche sfizio; il più grande è stato quello di riacquistare la squadra del Bologna: da bambino l’avevo data a un amico e non l’ho mai più ritrovata”.
Come a voler dire: prima o poi, il passato torna. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog