Cerca

Berlino, mondiali di cocktail

Il migliore è un barista italiano

Berlino, mondiali di cocktail
 Baristi di tutto il mondo hanno intrattenuto il pubblico di Berlino con performance mozzafiato ieri sera, facendo roteare bottiglie e mescolando gli ingredienti dei loro drink nel tentativo di vincere il 35esimo campionato del mondo dei cocktail: ad aggiudicarsi uno dei due titoli in palio è stato un italiano che vive in Gran Bretagna. Oltre 800 partecipanti da 52 paesi hanno gareggiato in due categorie: quella "classica", in cui hanno cercato di soddisfare le papille gustative dei giudici, e quella di "stile", in cui si sono esibiti in numeri spettacolari con un sottofondo musicale.

Con in testa un cappello di feltro, Gianluigi Bosco, italiano che vive in GB,  è arrivato primo nella categoria di "stile" grazie al suo "Absolutely Rocking", un cocktail di vodka, succo di mela, purea di mango e vaniglia decorato con ribes rosso, una fetta di mela e una di lime. "Non riesco a credere di essere il campione", ha detto Bosco, sorridendo raggiante ai fotografi. "Sapevo che il mio era un buon cocktail, ma quando sono arrivato pensavo che sarei già stato soddisfatto ad arrivare in finale", ha aggiunto. Lo slovacco Vladimir Banak ha vinto invece nella categoria "classica", con il cocktail "Sweet Road", un sontuoso mix di lamponi, vodka, ribes nero, liquore alla frutta, vaniglia, crema e polvere di cacao. Il pubblico tedesco ha attraversato momenti di preoccupazione quando il due volte campione nazionale della Germania Levent Yilmaz si è fatto male alla spalla mentre preparava un cocktail, mettendo in forse la propria partecipazione alla finale. Ma dopo un'iniezione al braccio, Yilmaz è tornato sul palco per la gioia degli spettatori locali, che lo hanno acclamato mentre faceva roteare in aria le bottiglie con una mano dietro la schiena e uno shaker in equilibrio sulla punta del naso. Il campionato dei cocktail sta guadagnando popolarità e tre nuovi paesi parteciperanno nell'edizione del 2010 a Singapore, ha spiegato Derrick Lee, presidente dell'Associazione internazionale baristi, che ha organizzato l'evento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog