Cerca

Un'estate all'insegna degli Ufo

Segnalati 1.300 casi in quattro mesi

Un'estate all'insegna degli Ufo
Sarà il caldo; sarà che d’estate ne capitano di tutti colori; sarà lo stress accumulato tutto l’anno. Chi lo sa? Fatto sta che dal primo maggio ad oggi sono stati segnalati 1.300 casi di ufo in tutta Italia. A comunicarlo è il Centro italiano studi ufologici, un'associazione culturale senza scopo di lucro che da anni raccoglie e analizza le segnalazioni di oggetti non identificate nel nostro Paese.
Picchi di segnalazioni tra Napoli e Roma - È stata stilata anche una graduatoria dei centri dai quali sono arrivate le segnalazioni: la concentrazione è stata fortissima nelle province di Napoli, al primo posto, seguita da Roma, mentre una gran quantità di casi ha avuto luogo lungo la fascia costiera adriatica che corre tra le province di Ferrara, Forlì-Cesena, Rimini, Pesaro-Urbino e Ancona.
A riferirlo è Giuseppe Stilo, che sta curando per il Cisu una prima schedatura delle informazioni raccolte. “Da maggio – spiega Stilo - una gran quantità di persone si è mobilitata in modo spontaneo per render note le proprie osservazioni, soprattutto attraverso Internet, con l'uso di ogni mezzo disponibile, quali social network, forum, blog, siti di associazioni ufologiche e spazi di comunicazione di ogni tipo”.
Luci in cielo, movimenti lenti, gamma di colori che vanno dall’arancione al rossastro: sono le indicazioni date dai testimoni. Ma non mancano racconti di luci dagli spostamenti rapidi e dalle traiettorie anomale. Che cosa si nasconde dietro questa ''ondata'' di avvistamenti?
Le lanterne cinesi - ''La maggior parte delle segnalazioni - sostiene Gian Paolo Grassino, presidente del Cisu - è causata da avvistamenti delle cosiddette 'lanterne cinesi', ossia piccole mongolfiere, acquistabili su Internet, che vengono lanciate in occasione di feste o semplicemente per divertimento e che si presentano come dei corpi luminosi che si muovono lentamente in cielo spinti dal vento. Si tratta - continua Grassino - di un evento nuovo per l'Italia ma già ben noto in altri Paesi europei come la Germania e la Gran Bretagna, dove sono già diffuse da almeno un paio d'anni''.
Il Cisu ha mappato anche un calendario: ad esempio, il picco di segnalazioni si è avuto il 12 giugno. Molti i casi privi ancora di una spiegazione sui quali si sta concentrando l'attenzione dei ricercatori.
Tanto conviene segnarsi il numero telefonico per segnalare altri casi: 011.30.78.63. Oppure si può interagire attraverso il sito www.cisu.org.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    08 Settembre 2009 - 09:09

    Sarebbe ora di smetterla di raccontare panzane sui famosi dischi volanti visti da persone che sono disposti a dire di aver parlato di persona con lo spirito di Giulio Cesare. Viaggiare nello spazio infinito a velocità pari a quella della luce e portare con se dei viaggiatori che,per poter raggiungere un pianeta dove cè vita come quello della terra da un sistema solare ad un'altro,ci vogliono migliaia o milioni di anni luce mentre,qualsiasi essere vivente da noi conosciuto,potrebbe vivere si e no solo qualche minuto di anni luce. Le distanze sono enormi mentre il tempo di vita a nostra disposizione è nullo pertanto l'equazione: spazio tempo non è compatibile con vita spazio. Forse un giorno,quando ci sarà una macchina in grado di trasmettere telematicamente da stazione terra a stazione ricevente x un corpo in sciame di atomi, si potranno percorrere spazi intergalattici ora non pensabili. Per ora,il tutto è soltanto nelle menti degli uomini, quelli che contano uno più uno e non visionari falliti.

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    05 Settembre 2009 - 10:10

    Forse sono già tra noi, almeno secondo quanto dichiarato su you tube, vedi: http://www.youtube.com/watch?v=_Lz-F7VMkiU

    Report

    Rispondi

blog