Cerca

Nella pubblicità l'Aids

ha il volto di Hitler

Nella pubblicità l'Aids
 Una campagna pubblicitaria contro l'Aids mostra una donna che fa l'amore con Hitler, per «scuotere le persone» prima della giornata mondiale contro questa malattia, il 1 dicembre. Nel videoclip di 30 secondi, visibile su internet, una coppia fa l'amore in una stanza scura, senza che si veda il volto dell'uomo. L'ultima inquadratura rivela il suo volto, quello di Adolf Hitler, che guarda la telecamera prima di lasciare il posto allo slogan della campagna: «L'aids è un omicida di massa. Proteggetevi».

L'agenzia di pubblicità Das Comitee ha ideato altri manifesti dello stesso tipo, usando Saddam Hussein e Stalin. «Ci siamo domandati quale volto si poteva dare al virus, e non poteva essere un volto carino» ha spiegato Dirk Silz, direttore creativo dell'agenzia.
Lo spot ha suscitato polemiche: alcuni hanno accusato l'agenzia di cattivo gusto. «La campagna è concepita per scuotere la gente - ha risposto Silz - per mettere la questione dell'Aids al centro della scena e per rovesciare la tendenza alle relazioni sessuali non protette».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog