Cerca

Lupo Alberto, Coccobill e Diabolik

Dal fumetto approdano al francobollo

Lupo Alberto, Coccobill e Diabolik

Nel 1996 era toccato in sorte a Tex Willer e Corto Maltese. Ora è la volta di Cocco Bill, Diabolik e Lupo Alberto. Le Poste Italiane tornano ad associare i fumetti al collezionismo filatelico: con un foglietto di tre francobolli, che vedrà la luce il 23 ottobre prossimo per il festival filatelico Italia 2009, ad essere proposti in forma 'dentellata’ saranno appunto i tre famosi personaggi dei fumetti. Del valore di un euro, i francobolli riproducono sui bordi anche le testate dei rispettivi album a fumetti. Cocco Bill, il cowboy amante della camomilla creato da Benito Jacovitti, appare in compagnia del suo fedele cavallo; Diabolik, nato dalla fantasia di Angela e Luciana Giussani, compare con la sua complice e innamorata Eva Kant (ma c'è anche il volto del suo antagonista, l’ispettore Ginko); Lupo Alberto, disegnato da Guido Silvestri (in arte Silver) appare in una classica posa con gli altri protagonisti delle sue strisce. L'immagine del foglietto è stata anticipata oggi dal sito filatelico-specializzato ‘vaccari news’.

Ma non sono soli i fumetti i nuovi soggetti per i francobolli. Ci sono ad esempio Gino Bartali che pedala energicamente in salita, Valentino Mazzola (con la maglia della nazionale) che colpisce il pallone di sinistro, Michele Alboreto in piedi accanto alla sua rossa Ferrari (sono questi i soggetti scelti per i tre francobolli che saranno emessi per la Giornata dello Sport nell' ambito del festival filatelico internazionale di Roma “Italia 2009” il prossimo 22 ottobre). E poi i due sacerdoti Giovanni Semeria e Giovanni Minozzi, fondatori dell'Opera Nazionale per il Mezzogiorno d'Italia; il ‘loro’ francobollo sarà emesso da Poste Italiane il prossimo 19 ottobre e avrà il valore di 60 centesimi. La vignetta mostra i volti dei due religiosi con una folla di ragazzi a simboleggiare le migliaia di orfani di guerra accolti nelle Case dell'Opera. Tra i firmatari del bollettino illustrativo dell'emissione anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta. l 14 ottobre sarà emesso un francobollo da 1,50 euro per il 50esimo anniversario della morte di Don Luigi Sturzo. Il francobollo è illustrato con un ritratto del politico siciliano (nacque a Caltagirone nel 1871) che nel 1919 lancio' l'appello ''A tutti gli uomini liberi e forti'' (che segnò la nascita del Partito Popolare Italiano di cui fu segretario, prima che il fascismo lo costringesse all'esilio).Il 16 ottobre sarà la volta del filosofo e storico Norberto Bobbio, commemorato nel centenario della nascita, avvenuta nel 1909 a Torino. Bobbio, senatore a vita,è  morto nel 2004. La vignetta del francobollo (che avrà un valore da 0,65 euro) mostra un suo ritratto.

Ultime, ma non certo per importanza, le 'radici cristiane dell'Europa', che dopo aver animato a lungo il dibattito politico, diplomatico e culturale continentale, sbarcano adesso in filatelia. La scritta figura infatti su due francobolli (da 0,60 e 0,65 euro) racchiusi in un foglietto che le Poste italiane emetterà il 7 ottobre prossimo in occasione della mostra dedicata ai santi Patroni d'Europa. La vignetta, unica per i due valori, mostra una croce e sullo sfondo il profilo del continente. Sui margini del foglietto sono raffigurati i Patroni: i santi Cirillo e Metodio, santa Brigida di Svezia, san Benedetto, santa Caterina da Siena, santa Teresa Benedetta della Croce. Il bollettino illustrativo dell'emissione conterrà un articolo di Antonio Zanardi Landi, Ambasciatore d'Italia presso la Santa Sede.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog