Cerca

Insegnanti italiani anti pc

1 su 5 non usa il computer

Insegnanti italiani anti pc
Gli insegnanti italiani rimandati in materie tecnologiche. Nonostante 7 su 10 usino i computer abbastanza abitualmente, non hanno una vera formazione e spesso i loro insegnanti sono i figli. Navigano su Internet, frequentano i social network,  desiderano una scuola maggiormente tecnologica, ma se si va più a  fondo arrivano gli strafalcioni: gli insegnanti confondono il notebook con Facebook, credono che Outlook sia un’espressione dei giovani per indicare che si è fuori moda e alcuni pensano che l’Hard disk sia un  gruppo metal molto popolare su Internet.
È quanto emerge da un’indagine condotta su circa 1.000  insegnanti di scuole primarie e secondarie e realizzata da Edu-Tech in occasione del primo convegno dedicato al futuro della scuola che si  aprirà giovedì prossimo a Milano. All’incontro parteciperanno docenti,  educatori, istituzioni e addetti ai lavori per discutere sui temi del rapporto fra  scuola e tecnologia. Secondo lo studio il 67%  degli insegnanti italiani, quasi 7 su 10, usa abitualmente il computer. C'è chi lo fa quotidianamente, il 24% e chi qualche volta  alla settimana, il 43%. I docenti non tecnologici, quelli che non accendono mai il computer, sono il 18% (quasi uno su 5). Tra coloro che si mettono spesso o periodicamente davanti a un PC, un  quarto (26%) afferma di essere un autodidatta, e un altro quarto (25%) ha imparato grazie ai figli. Il 19% ha seguito dei  corsi, e un 13% ha imparato a “smanettare” perché ha sposato un partner più tecnologico.
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franziscus

    23 Settembre 2009 - 20:08

    Beh in effetti sino a non molto tempo fa se ne faceva a meno del computer, e non è certo questo che può incidere sulle capacità degli insegnanti. Il problema è che molti di loro scelgono questa professione perchè non sono stati capaci di fare niente altro, con le gravi conseguenze sull' educazione dei giovani che sono sotto gli occhi di tutti.

    Report

    Rispondi

  • ghorio

    22 Settembre 2009 - 17:05

    Se il sondaggio è riferito agli insegnati di italiano, storia, geografia, matematica, chimica, etc, non c'è da scandalizzarsi. Va bene che adesso il ministro Brunetta vuole regalare il computer a tutte le famiglie e bisognerà adeguarsi, ma non mi pare che l'uso del pc comporti grande preparazione scolastica o essere grandi geni. Di conseguenza il sondaggio mi lascia indifferente. Preferisco che gli insegnanti sappiano veramente insegnare la loro materia agli studenti, anche se non sanno usare il pc. Giovanni Attinà

    Report

    Rispondi

blog