Cerca

La Pennetta si lascia andare con le Iene

"Durante i tornei sesso libero con Moya"

La Pennetta si lascia andare con le Iene
 Camere rigorosamente in comune durante i tornei ai tempi della relazione con Carlos Moya, quanto al presente da single non disdegnerebbe una liason con Marat Safin. Flavia Pennetta senza tabù davanti alle telecamere delle 'Iene show': la tennista azzurra, numero 10 del ranking mondiale, si è concessa ad un'intervista senza troppe inibizioni per il programma in onda su Italia 1. Alla domanda se è mai stata con un tennista, la Pennetta risponde senza problemi: «Si, Carlos Moya». Durante i tornei in giro per il mondo la stanza era «in comune» e all'astinenza preferivano decisamente il sesso «libero». L'azzurra della racchetta ammette di essere stata lasciata dal bel collega «perchè si è innamorato di un'altra». Single, la Pennetta scherza e fa un appello: «Ragazzi io sono qua» e poi ammette che «tre o quattro» tennisti ci hanno provato. L'ultimo «un brasiliano», a cui ha detto «no. Perchè non era il mio tipo». Sul più bello del circuito però non ha dubbi: «Tomi Haas». A lui una 'bottarellà non la darebbe, «ma a Safin però sì». La tennista scherza sui versetti che fanno tante delle sue colleghe quando sono in campo, e dice di sperare di vincere presto un torneo dello slam. Senza freni parla anche dell'omosessualità nel mondo del tennis, dicendo che ce ne sono molte, ma nessuna ci ha mai provato con lei. Dopo aver passato in rassegna pose da calendario, la Pennetta confessa i luoghi dell'amore: dice di averlo fatto in uno spogliatoio, e di aver preferito cemento ed erba alla terra rossa. Il posto più strano però l'aereo «una tratta lunga».

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    30 Settembre 2009 - 11:11

    Che strana innovazione, nei costumi sportivi delle campionesse...dopo l'exploit sul campo...si passa subito dopo alle perfomances sessuali (...e senza reticenze). Recentemente così è stato per la Federica Pellegrini (..che preferisce anticipar"lo").Forse terrei disgiunte le due "cose". Questo impasto giornalistico di voler accavallare, nello stesso tempo, le vittorie sportive alle segrete confessioni sul sesso (di marcata pruderie, con dettagli sul dove, come e quando), mi ricorda tanto un'insalata o un "tritacarne",quasi "dissacrante"del recente successo ottenuto. Togliendo agli occhi dei tanti l'immagine del personaggio appena "trionfato"...e, per carità, senza, con ciò voler sembrare un vecchio "bacchettone". Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    29 Settembre 2009 - 18:06

    Che strana innovazione, dell'attualità giornalistica, nei costumi sportivi delle campionesse...dopo l'exploit sul campo...si passa subito dopo alle perfomances sessuali (...e senza reticenze). Recentemente così è stato per la Federica Pellegrini (...che preferrisce anticipare). Forse terrei disgiunte le due "cose". Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • ghorio

    29 Settembre 2009 - 14:02

    Come cambiano i costumi anche nel tennis nell'arco di alcuni decenni. Adesso la Flavia Pennetta ci informa del suo sesso libero con Moja, nei luoghi più disparati. La mia generazione si accontentava invece di guardare i costumini delle tenniste degli anni 60, molto più belle delle tenniste attuali,con più o meno pizzi e sognava...Giovanni Attinà

    Report

    Rispondi

blog