Cerca

Ragazzi pazzi per le "bionde"

Il 33% comincia davanti alla tv

Ragazzi pazzi per le "bionde"

Un ragazzo su tre 'scopre' la sigaretta dopo averla vista nelle mani di un attore o di un'attrice all'interno di una fiction tv. Pare infatti che la televisione parli al pubblico di fumo invitando ad abbandonare il vizio, ma proponendo ogni 4 minuti un 'atto fumo', per di più legandolo a situazioni di successo e vittoria. Lo dice l'Istituto Superiore di Sanità, che ha condotto un esame proprio sul binomio fumo - tv. “La televisione è subentrata come modello a tutti gli effetti. Dopo il modello dei genitori, che se fumatori aumentano di tre volte nel ragazzo la possibilità del vizio - ha dichiarato la dottoressa Roberta Pacifici dell'Osservatorio fumo, alcol e droga dell'Istituto Superiore di Sanità, partecipando all'incontro “Alcol e fumo... lontano dai giovani”, che si è tenuto questo pomeriggio al 'Villaggio della Salute' allestito a Castel Sant'Angelo - è proprio la televisione ad incoraggiare al fumo, proponendo addirittura un 'atto fumo' ogni minuto e mezzo, all'interno dei cartoni animati”.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog