Cerca

Alla Blogfest 2009 festeggia

soprattutto la sinistra

Alla Blogfest 2009 festeggia
Il popolo della rete ha deciso. Oltre ottomila internauti hanno espresso la loro preferenza, incoronando Travaglio, Gomez, Correas, Repubblica, Alessandro Gilioli de L'espresso, insomma quasi tutto il fronte antiberlusconiano dell'informazione italiana, come veri vincitori della Bolgfest 2009. Almeno dei premi che contano davvero. Una rete schierata al punto che, mentre si consegnavano i riconoscimenti, il vincitore del miglior servizio per i blog, Wolly, ha commentato: "Mi sembra di essere alla festa dell'Unità". Un appunto che giunge in seguito all'intervento via Skype di Peter Gomez, in collegamento per l'assegnazione del premio come miglior blog d'opinione a Voglioscendere gestito dallo stesso Gomez, Travaglio e Correas. Il giornalista ha approfittato dell'occasione per sparare delle bordate sul presidente del Consiglio e per pubblicizzare la prossima apertura del sito del Fatto quotidiano. Gomez ha annunciato che "in redazione è arrivata la notizia che Silvio Berlusconi dovrà risarcire 750 milioni di euro a Carlo De Benedetti per avergli rubato la Mondadori comprandosi i giudici" e ha usato parole dure contro lo scudo fiscale varato dal Parlamento.

Ecco il bottino dei 'compagni' raccolto alla Blogfest: il blog rivelazione 2009 è l'Antefatto, blog del Fatto quotidiano; il miglior blog giornalistico è andato a Piovono rane di Alessandro Gilioli; Voglioscendere, del solito trio, miglior blog di un vip, infine Repubblica.it ha vinto la categoria Mobile. 
Comunque anche gli altri hanno avuto il loro spazio: prima di tutti Spinoza, acclamato dal pubblico presente alla premiazione, che è riuscito a portare a casa tre premi tra cui il più ambito miglior blog 2009. Gli altri sono migliore community e miglior blog collettivo. Paul The Wine Guy ha spiazzato tutti vincendo la categoria blogger dell'anno. Tra le altre sorprese la bocciatura di Beppe Grillo, che è passato da essere il miglior blog 2008 a il miglior blog andato a puttane nel 2009. Questo perchè la rete non ha gradito il fatto che i post del suo sito non siano tutti scritti da lui.
Tra le categorie meno impegnative i premi sono andati a Uccidi un grissino salverai un tonno, rivelazione dell'anno scorso (miglior blog di cazzeggio gratuito); Pensieri senza mutandine (miglior blog erotico) e Un tocco di zenzero (miglior blog food and wine). Durante la serata diversi momenti emozionanti, tra cui quello in cui Sviluppina (miglior post dell'anno) si è lasciata andare alla commozione ricondando il padre scomparso a cui è dedicato il suo articolo. Tra gli altri: Le Malvestite (cattivo più temibile della blogspera), premio che l'anno scorso era stato assegnato a Filippo Facci, Autoblog (miglior blog sui motori), RadioNation (miglior podcast-trasmissione radio, miglior blog musicale), Voglia di terra (miglior photoblog), L'orso ciccione (miglior disegnatore), Come diventare il mio cane (miglior blog letterario), Cineblog (miglior blog cinematografico), Coreingrapho (blog con la migliore grafica), Il disinformatico (miglior blog tecnico) e Tvblog (miglior blog televisivo).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franziscus

    08 Ottobre 2009 - 13:01

    aaah nando40 ! Stai attento che non è buono neanche per pulirti il culo perchè ti ci potresti prendere pure qualche malattia !

    Report

    Rispondi

  • nando40

    05 Ottobre 2009 - 12:12

    Ieri dopo avere sfogliato il fatto quasi vomitavo potevano chiamarlo unità numero 2.Come giornale può sostituire la carta igienica per pulirci il culo

    Report

    Rispondi

blog