Cerca

Santanchè: Basta vacanze vip

Offendono la gente comune

Santanchè: Basta vacanze vip

Olbia - ''Addio a Porto Rotondo, a Porto Cervo e alla Sardegna dei miliardari e del cafonal. Il Billionaire è diseducativo, andrebbe chiuso''. Così tuona Daniela Santanchè, ex parlamentare di An, durante le sue vacanze in Costa Smeralda. I tempi sono cambiati. Basta con i lussi esagerati, gli sfarzi ad ogni costo. Oggi il fasto della Costa Smeralda dei Vip è out. Le spese folli, dice la Santanchè, “le fanno solo gli arabi: è una stagione alle nostre spalle”. Insomma tutti questi sfoggi da divi in Sardegna non sono più di moda, anzi, sono uno schiaffo alla miseria, alle difficoltà di milioni di italiani che fanno fatica ad arrivare a fine mese. Eppure, il Billionaire quest’anno  va a gonfie vele. "Mai così bene. Sempre affollato, champagne nei bicchieri. Non è questo. È che è finita un'epoca, si è chiusa per sempre una stagione. Quella del lusso da sbattere in faccia, da sbandierare. Del Billionaire. Delle Ferrari. E di tutte queste barche enormi, cafonissime, con la gente normale che passa, ti guarda e ti sputerebbe in faccia. Io la mia Aston Martin ora la lascio sempre nel garage". Secondo la Santanchè, il primo a fiutare che l'aria è cambiata è stato il proprietario di Villa Certosa, il premier Silvio Berlusconi. "Ecco perchè quest'estate non si è mai fatto vedere in giro, ha disertato tutte le feste, non ha mai messo piede al Billionaire. Fino all'anno scorso bisognava legarlo per impedirgli di andare. Ma quali nottate sugli yacht con 400 persone. Serate da 40.000 euro a botta. In casa. Con la moglie, mano nella mano, i figli, i nipotini". E anche la stessa Santanchè racconta di essere rimasta sempre sulla sua barca. "Mai scesa in piazzetta, e ora finalmente parto per Forte dei Marmi e Cortina", racconta. "Qui tanto hanno in mano tutto russi e arabi. E se mi siedo al bar, due caffè, un Bellini e un'acqua minerale, centotrenta euro. Centotrenta euro. Avrei dovuto chiamare la Guardia di finanza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alistar

    21 Agosto 2008 - 11:11

    Costa Smeralda, Forte dei Marmi, Cortina...non è mai scesa dalla sua barca, l'Aston Martin sempre in garage! " Mi faccia il piacere. " Si goda i suoi soldi e il suo tempo libero finchè la salute la sostiene. Io credo che ogni persona, saggia, sappia cosa fare.

    Report

    Rispondi

  • Giovanniduva

    20 Agosto 2008 - 19:07

    La fretta di inviare il mio commento non mi ha fatto correggere gli errori di battuta. Dove è scritto "paccato che sia stata rieletta", leggasi: pecccato che non sia stata rieletta. Per il resto confermo la mia opinione anche dopo aver letto il satirico r brillente commento del Sig. Gasparotto.

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    20 Agosto 2008 - 18:06

    Una vera folgorazione lungo le vie della costa smeralda, quella della Sant'Anchè con aspirazioni salvifiche lungo un cammino di santità. Pare di rileggere la storia di tante sante, prima dedite ad una vita sfrenata e poi ritiratesi a pregare in un convento di clausura. Ricordo le battute di Lino Toffolo, sagace comico triestino formatosi al derby di Milano. "Quando i ricchi andavano al mare, erano tutti belli ed abbronzati come i bronzi di Riace. Ora che al mare ci vanno anche i poveri, sono tutti rossi come peperoni e pieni di bolle". Ecco io aggiungo: "ora che i poveri vanno al mare, restano stesi sull'arenile a prendersi la micosi ed a nuotare sull'acqua della costa, inquinata e piene di enterobacilli. I ricchi invece battono al largo con fuoribordo, yacht e piroscafi da mille ed una notte. Che ci volete fare, c'est la vie. Nessuno potrà, caschi il mondo, trasformare il pianeta o parte di esso, in cittadini tutti uguali , almeno finanziariamente, come fossero passati attraverso il letto del masnadiero mitologico Procuste.Eppoi a me, tutti quegli sceicchi pieni di petrodollari, mi sono simpatici. Segnati dalla fortuna di nascere sceicco e di essere padrone di un suolo carico a tonnellate di petrolio, hanno tutto il diritto derivatogli dalla suerte di spassarsela e godersela. Bello vedere uno di questi giocare alla roulette in un casinò e puntare una fortuna su di un numero, che se esce sbanca e fa chiudere la casa da gioco. Con il croupier che trema come una foglia al vento. E che c'è di male se un ex povero cristo ex commesso viaggiatore, ha agguantato la dea bendata per la callotta, dopo avere lottato come Carnera? Mi riferisco a Briatore, patron della Renault corse. Se la spassa e se la gode.CARPE DIEM , diceva il grande Orazio, che se la spassava anch'egli nella corte di Mecenate, e Briatore carpe il diem e lo fa carpire anche a coloro che se lo possono permettere, nel suo Billionair. Io non ci trovo nulla di strano. I prezzi alti, come dice la Sant'Anchè, servono per selezionare la clientela e per creare un posto esclusivo per i soli tyccon. Cosa vogliamo fare, mettere un Brambilla qualsiasi a contatto con lo sceicco Said? Un moscerino con un rondone? E che dire di Berlusca? il nostro ne sa una più di Belzebù(leggi Andreotti). Stroncato da mendaci intercettazioni,e dalle illazioni malevoli di una Guzzanti qualunque, che sui media hanno alimentato il più becero pettegolezzo, ha ben pensato di ritirarsi con consorte e figli nel suo buen retiro di Villa Certosa, per farsi fotografare come il miglior pater familias, con tanto di consorte e figli e nipoti.Però sempre villa Certosa è, mica la marana! Sembra di rivedere Clinton abbarcciato alla consorte dopo lo scandalo ovale. Godetevi le ferie , amici, ed ognuno al suo posto. Natura non facit saltus!C'est la vie!

    Report

    Rispondi

  • Giovanniduva

    20 Agosto 2008 - 16:04

    In questa bellissima signora ci sono dei valori, paccato che sia stata rieletta, ma i suoi punti di vista hanno lo stesso un certo peso. Continui cosi!

    Report

    Rispondi

blog