Cerca

Italiani, tre euro al giorno

per tentare la fortuna

Italiani, tre euro al giorno
Nonostante la crisi gli italiani perdono il pelo, ma non il vizio soprattutto nel gioco d’azzardo. 883 euro in dieci mesi, 88 al mese: è quanto è stato mediamente investito in giochi d'azzardo da ogni italiano maggiorenne nel 2009. In totale, poco più di 44 miliardi di euro su una popolazione di quasi 50 milioni di persone, secondo una elaborazione Agipronews su dati Istat e Aams. Spettacolare, se si pensa che ogni giorno ogni cittadino maggiorenne spende quasi 3 euro al giorno per tentare la fortuna. Naturalmente, si gioca per vincere e molti ci riescono. Il pay out medio, cioè quanto ritorna in vincita rispetto al giocato, è pari al 69%. Questo vuol dire che degli 883 euro investiti, in media ne sono tornati sotto forma di vincita 609. L'uscita netta ammonta quindi a 274 euro in dieci mesi. Quasi un euro al giorno. Tutto evidentemente a beneficio dell’erario, che da gennaio a oggi ha incassato circa 7,4 miliardi. Per intenderci meglio lo Stato ha ricevuto da ogni italiano maggiorenne 148 euro in dieci mesi, quasi 50 centesimi al giorno. La passione nazionale verte sul Superenalotto e sul “neonato” Win for life, senza naturalmente dimenticate l’antica predilezione per il Lotto. Le scommesse, sia ippiche che sportive, raggiungono l'11% del totale, i gratta e vinci il 17,5%. Ma allo stesso tempo poderoso l'impulso fornito nel 2009 dal settore del gioco on line, che oggi rappresenta quasi il 7% della raccolta totale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog