Cerca

Ue, stanotte le nomine

D'Alema corre per gli Esteri

Ue, stanotte le nomine
Si apre oggi alle 17, a Bruxelles, il vertice europeo dedicato alle nomine del Presidente permanente dell'Ue e dell'Alto rappresentante per la politica estera. Attualmente i nomi più quotati sono quelli del belga Herman Van Rompuy e dall'italiano Massimo D'Alema.

I leader dei 27 si stanno già radunando  nella sede permanente del Consiglio europeo pe ril conclave.
L'attuale presidente dell'Ue, il premier svedese Fredrik Reinfeldt, ha dichiarato che i leader sono ancora lontani dall'aver raggiunto un accordo.
''Ho terminato un secondo giro di telefonate ai miei colleghi e so che le posizioni sui nomi sono ancora distanti''. Se  la decisione tardasse ad arrivare, si potrebbe andare al voto con la maggioranza qualificata.

Sembra intanto quasi certo che Germania e Francia porteranno a Bruxelles un unico candidato per la presidenza Ue e sono in molti pronti a scommettere che sarà ancora il premier belga Herman Van Rompuy. Londra, invece, continua a sostenere la candidatura di Tony Blair per la presidenza Ue. Nel caso l'ex leader labourista non ottenesse la presidenza è praticamente certo che, se lo vorrà, potrà ottenere i la poltrona di Mr Pesc. Una carica per la quale sono in nomina anche David Miliband, Peter Mandelson (già "uomo-ombra" di Blair durante i suoi tre mandati) e Catherine Ashton. Ed è qui che entra in gioco Massimo D'Alema. L'ex premier italiano, in caso di rinuncia britannica al posto di Mr Pesc, potrebbe prenderne tranquillamente il posto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • moicano

    19 Novembre 2009 - 23:11

    Ma come si fa a mettere un uomo che più volte ha manifestato la sua posizione filoislamica a rappresentare la politica estera europea? Se la Turchia è la Guardia di Porta dell'islam, D'Alema è il Mastro di Chiavi.

    Report

    Rispondi

blog