Cerca

Terroristi iscritti a Facebook

Li scopre un ricercatore

Terroristi iscritti a Facebook

Tra gli iscritti al social network Facebook ci sono ex terroristi e addirittura alcuni latitanti. La scoperta è stata fatta da Andrea Liberati, un ricercatore di Terni, mentre cercava su internet documenti e notizie sulla vicenda Moro.

Il ricercatore ha raccontato che «al numero telefonico 00505.226.58.336 di Managua, Nicaragua si può chiedere di Alessio Casimirri, condannato per la strage di Via Fani. Casimirri approdò nel 1983 in Centro America, dove è diventato un esperto sommozzatore e ha aperto il ristorante: La cueva del buzo. Il suo numero telefonico è su Facebook cui egli è iscritto ed è persino possibile lasciargli direttamente un messaggio on line. A proposito: la specialità della casa sono i frutti di mare, come recita la nota di Facebook: “Los mejores mariscos de Nicaragua con el mejor toque Mediterraneo”. Un'attività con ben 550 fan, tra cui numerosi amici e parenti. Facebook consente di scrivere anche a loro».

Ma Liberati cita anche altri nomi, come Achille Lollo e Guglielmo Guglielmi. Il primo - indagato per la morte dei fratelli Mattei nel rogo di Primavalle - fuggì dall'Italia per rifarsi una vita nei Mari del Sud. L' altro - coinvolto nelle indagini su fatti di terrorismo politico avvenuti in Lombardia negli anni settanta - è in Centro America dove «svolgerebbe servizi sanitari persino per le Nazioni Unite. Anche a lui - ha spiegato Liberati - possiamo inviare un messaggio su Facebook».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • igna08

    15 Dicembre 2009 - 16:04

    Mi chiedo : ma la polizia Italiana perchè non indaga , come è possibile che questi comunisti assassini possono tranquillamente vivere in santa pace, mentre ancora stiamo cercando i nazisti della SS ormai centenari. E' una vergogna.

    Report

    Rispondi

  • mauropistola

    08 Dicembre 2009 - 19:07

    facebook e' un social network e come tutti i s.n. sono controllati da un network piu' importante che fa capo ad a-space e da li si risale alla CIA tutti i s.n. sono passati al setaccio , questi s.n. sono un'esca per i terroristi,puttane,trans,viados,cr-iminalita' organizzata ed e' grazie a questi siti che le forze dell'ordine e dll'antiterrorismo vanno ha pescare con la canna e l'esca appropriata ed il risultato e' garantito al 150%. e quelli come me che sono iscritti? per la cia non siamo pericolosi piu' che piu' ci prendono per gay e cestinano il tutto a loro interessano quei messaggi particolari o messaggi allusivi ecco che allora la cia interviene e fa' il restosia sul lato dei terroristi,che sulla criminalita' organizzata mafia compresa poi il resto della popolazione e' si passata al setaccio ma poi si cestina tutto escluso i mesaggi dove dietro si nascondono le organizzazioni dei pedofili e li le cose cambiano. la cia e il dipartimento governativo della protezione dell'infanzia li colpisce duro ,tanto che in alcuni casi negli usa il sito incriminato viene chiuso per mesi e mesi e poi quando viene riaperto ilcontrollo passa sotto la magistratura che ne controlla con apparecchi decodificatori ogni parola ,frase,discorso,messaggio si chi l'invia che di chi lo riceve es e il traffico di pedofilia continua si chiude il sito in modo definitivosi arresta ilproprietario o l'amministratore del sito con l'accusa di associazione di pedofilia traffico di materiale pedofilo ecc. la cia ha avuto questo incarico da una richiesta delle nazioni unite ed assieme a lui anche l'fbi e le polizie di tutto il mondo compresa l'interpol. no io mi sento sicuro con facebook .

    Report

    Rispondi

blog