Cerca

Anziani e tecnologia: pochi pc

ma molti desiderano internet

Anziani e tecnologia: pochi pc
L’Ufficio Studi AIRES, Associazione Italiana Retailer Elettrodomestici Specializzati, ha condotto un’indagine sui clienti con più di sessant’anni, presso i punti vendita associati di Roma e Milano, per capire quali siano i loro atteggiamenti verso la tecnologia domestica e l’elettronica di consumo.
Albino Sonato, Presidente di Aires, ha spiegato che: «Indagare sui comportamenti e il vissuto del pubblico più maturo verso la tecnologia non è solo la registrazione di un fenomeno di costume. In una nazione dove il 20% della popolazione ha più di 65 anni il peso di questo gruppo di persone diventa importante anche per il mercato ed è sempre più necessario rilevarne i bisogni».
Il passaggio al segnale televisivo digitale terrestre a Roma e nel Lazio di questi giorni ha sottolineato la necessità di una maggiore attenzione alle esigenze di questa ampia fascia di consumatori. Secondo un'indagine Codici a Roma il 35% dei cittadini tra i 50 e i 65 anni ha trovato difficoltà a sintonizzare il decoder o a posizionare l'antenna.
 
Il rapporto con l’informatica è fra i cambiamenti più significativi evidenziati dall’indagine: a Milano il 25% degli intervistati dispone di un computer a casa, a Roma solo il 13% con forti differenze in base all’età, le persone fra i 60 e i 70 anni con un computer in casa sono risultate infatti più del triplo di quelle con più di 70 anni (35% contro 10%)e, per gli uomini, la percentuale è doppia (30%) rispetto alle donne. Tuttavia, l’esigenza di avere accesso a un computer e a Internet è  molto sentita da chi l’accesso non ce l’ha: il 12% degli uomini e il 30% delle donne ultra settantenni intervistati desidererebbe avere un computer in casa e un accesso a Internet che oggi non possiede.

Il 40% degli interpellati si dice interessato a nuove dotazioni per la casa perché “aiutano”, “migliorano la qualità della vita” “servono” e “fanno piacere”. Molti indicano la crisi come motivo di freno agli acquisti, ma oltre il 70% sostiene di non aver dovuto rinunciare a nessun nuovo apparecchio domestico a causa di essa. L’84% degli interpellati dichiara di acquistare sempre e comunque con contanti e di non aver mai fatto ricorso alla rateizzazione per comperare elettrodomestici o apparecchi elettronici, infatti la stragrande maggioranza dei senior (l’84%) continua a essere restia ad acquistare a rate, in alcuni casi per i più anziani  la motivazione è che «alla mia età le rate non le fanno più».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    09 Dicembre 2009 - 19:07

    Ho 85 anni;sono in pensione dal novembre del 1989 e da quel momento ho incominciato,attraverso il computer a dialogare con molti siti internet come opinionista. Credetemi,il computer mi ha aiutato a non sentirmi solo e a tenere il cervello sempre attivo ed essendo il cervello il motore centrale di tutto il corpo,porto gli anni molto bene. In una società come l'attuale, avere un mezzo tecnico che ti fa evadere dalla routin esecrabile del pensionamento è un vero toccasano.Inoltre,molti di noi sono un libro di storia vivente essendo stati attori nei molteplici accadimenti della vita. Nacqui il giorno in cui nasceva la Radio;ho vissuto l'epoca fascista da bimbo, da ragazzo e dopo come partigiano;ho visto sfilare per le strade del Lazio l'ottava e la quinta armata angloamericana di liberazione; ho assistito e preso parte a centinaia di fatti accaduti a Rona e dintorni; ho visto da vicino Itler quando venna a Roma.Ho conosciuto Brescnev; ho conosciuto E.Berlinguer e diversi ministri della Repubblica; ho assistito alla elezione di molti Pontefici. Ho assistito all'attentato di Via Rasella; ne ho viste tante e tante e come me ce ne sono molti di anziani che rappresentono un secolo di storia vissuta. Il Governo dovrebbe aiutare tutti i pensionati a poter acquistare un computer attraverso agevolazioni possibili,dato la bassa pensione che si percepisce. Distinti saluti a tutti

    Report

    Rispondi

blog