Cerca

Rapporto Nazionale Infanzia:

rischio dipendenza da Internet

Rapporto Nazionale Infanzia:
La decima edizione del Rapporto Nazionale Infanzia del Telefono Azzurro e Eurispes ha descritto la “generazione tecnologica”: il 75% degli adolescenti, infatti, usa le chat e Facebook, e il 70% dei bambini cerca informazioni sul web. Il rapporto è stata presentato oggi presso l'auditorium della Nazione di Firenze, in occasione del ventennale Onu sui diritti dell'infanzia.
Telefono Azzurro e Eurispes avvertono che sia i bambini sia i ragazzi più grandi hanno grande familiarità con gli strumenti informatici e multimediali, e sono quindi particolarmente soggetti a forme di dipendenza o a rischi derivanti da fenomeni, come l'adescamento online o il cyber bullismo.
Fra le apparecchiature tecnologiche, la televisione è quella maggiormente utilizzata dai bambini: solo il 4% non la usa mai, mentre l'8,1% la vede per più di 4 ore al giorno
Per quanto riguarda Interne, il 75% degli adolescenti intervistati lo usa abitualmente, di questi, il 71% naviga in Rete da una a più di quattro ore al giorno.
Dal Rapporto Infanzia di Telefono Azzurro e Eurispes emerge però che l'uso della rete da parte di bambini e adolescenti «comporta rischi notevoli, di fronte ai quali è necessaria una opportuna azione di contrasto da parte delle forze dell'ordine, affiancata da un'attività di informazione e comunicazione nei confronti dei bambini e degli adolescenti, delle famiglie, della scuola». Il consiglio ai genitori sembra essere dunque quello di consentire ai bambini e agli adolescenti l’utilizzo delle nuove tecnologie, ma con attenzione e prudenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog