Cerca

Viterbo: La calza più lunga del mondo

L'iniziativa, organizzata dal Centro Sociale Pilastro

Domani a Viterbo è il giorno della Calza della Befana più lunga del mondo. L'iniziativa, organizzata dal Centro Sociale Pilastro, in collaborazione con Admo, Avis, 500 Tuscia Club di Viterbo e con il patrocinio dell'assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Viterbo, è stata presentata questa mattina a Palazzo dei Priori alla presenza del sindaco Giulio Marini, degli assessori Vito Guerriero e Giovanni Arena, del presidente del Centro Sociale Pilastro, Luciano Barozzi. «Siamo giunti alla nona edizione - ha spiegato in una nota Barozzi - La maxi calza, lunga cinquantadue metri e mezzo, è realizzata in tela di iuta. Pesa circa 400 chili. Al suo interno, palloni, sacchi di carta, ma anche tanti doni per i più piccoli. La calza viene trasportata da cento befane, intervallate da Fiat 500. Il nostro auspicio è quello di far iscrivere la nostra calza al guinness dei primati. Magari il prossimo anno, in occasione della decima edizione, ma per questo dovremo rivedere alcuni dettagli tecnici. Ci siamo informati attraverso i componenti del comitato preposto all'iscrizione: ci chiedono alcuni specifici requisiti e dovremmo pertanto realizzare una nuova calza».
Viterbo: La calza più lunga del mondo
Domani a Viterbo è il giorno della Calza della Befana più lunga del mondo. L'iniziativa, organizzata dal Centro Sociale Pilastro, in collaborazione con Admo, Avis, 500 Tuscia Club di Viterbo e con il patrocinio dell'assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Viterbo, è stata presentata questa mattina a Palazzo dei Priori alla presenza del sindaco Giulio Marini, degli assessori Vito Guerriero e Giovanni Arena, del presidente del Centro Sociale Pilastro, Luciano Barozzi.
«Siamo giunti alla nona edizione - ha spiegato in una nota Barozzi - La maxi calza, lunga cinquantadue metri e mezzo, è realizzata in tela di iuta. Pesa circa 400 chili. Al suo interno, palloni, sacchi di carta, ma anche tanti doni per i più piccoli. La calza viene trasportata da cento befane, intervallate da Fiat 500. Il nostro auspicio è quello di far iscrivere la nostra calza al guinness dei primati. Magari il prossimo anno, in occasione della decima edizione, ma per questo dovremo rivedere alcuni dettagli tecnici. Ci siamo informati attraverso i componenti del comitato preposto all'iscrizione: ci chiedono alcuni specifici requisiti e dovremmo pertanto realizzare una nuova calza».

«Concordo pienamente con il presidente Barozzi per quel che riguarda il guinness - ha commentato l'assessore alla Cultura e al Turismo, Guerriero - La Calza della Befana più lunga del mondo, oltre a rappresentare una bella iniziativa per il divertimento dei più piccoli, è anche un valido veicolo per incentivare l'aspetto turistico del nostro territorio. Un efficace strumento per richiamare l'attenzione del pubblico e soprattutto dei media, autentica e preziosa cassa di risonanza per iniziative come questa, proposta dal Centro Sociale Pilastro. Per questo, l'amministrazione comunale ha deciso di sostenere concretamente non solo questa nona edizione, ma anche la prossima, in modo da contribuire a far entrare la calza nel guinness dei primati».
Alle parole dell'assessore Guerriero fanno eco quelle di Arena: «Non appena conclusa questa nona edizione, bisogna iniziare subito a lavorare per la prossima. Per questo motivo, già nei prossimi giorni, ci sarà un incontro tra gli organizzatori dell'iniziativa e l'amministrazione comunale. Il 2011 sarà un'edizione importante. L'iscrizione della calza tra i guinness dei primati rappresenterebbe il coronamento di tanto lavoro e di tante energie investite».

La calza del 2010 sarà accompagnata dal Gruppo Sbandieratori Città di Viterbo, dalla Banda Musicale Polymartium e dal Gruppo Majorettes di Bomarzo. Con loro anche mini befane e spazzacamini.
Alle 13 in piazza San Sisto inizieranno le operazioni di montaggio della Calza con l'ausilio dei Vigili del Fuoco. Alle 15,00 la partenza. Si proseguirà per piazza del Plebiscito dove il vescovo Chiarinelli saluterà i protagonisti dell'iniziativa, via Ascenzi, piazza dei Caduti, via Cairoli, piazza San Faustino, via Signorelli, viale B. Buozzi, via A. Volta, via Minciotti. L'arrivo davanti alla sede del centro polivalente Pilastro.
«Nel sagrato parrocchiale - ha aggiunto Barozzi - avverrà la distribuzione di mille calze ai bambini presenti, con un costo simbolico di due euro. Il ricavato sarà devoluto alla ricostruzione del Centro Donatori dell'Ospedale dell'Aquila, danneggiato dal terremoto lo scorso aprile. Nei giorni scorsi la Befana ha già consegnato una parte di calze ad alcune realtà locali: all'associazione ragazzi disabili Gruppo A, alla Parrocchia del Sacro Cuore e al GAVAC, il Gruppo Assistenti Volontari Animatori Carcerari».

«Il 2010 si dovrà contraddistinguere per il cambiamento - ha sottolineato il sindaco Marini - Un cambiamento che dovrà essere sinonimo di miglioramento. L'attenzione rivolta alla Calza della Befana più lunga del mondo fa parte di questa delicata fase che riguarda la Città di Viterbo. Quest'anno l'amministrazione comunale sostiene fattivamente l'iniziativa promossa dagli amici del Centro Sociale Pilastro. Il giorno successivo, il 6 gennaio, il Comune donerà duemila calze ai bambini viterbesi. Ricordo, inoltre, l'appuntamento alle 18 in piazza del Plebiscito con la Befana 115 che scenderà dalla torre campanaria del palazzo comunale e l'atteso ritorno della Befana Tricolore la mattina alle 10 al Teatro Genio».
Per il passaggio della calza, il Comando di Polizia Locale ha emesso un’ordinanza, che prevede alcune disposizioni nelle vie interessate dalla manifestazione: tra queste, il divieto di sosta con rimozione dei veicoli a partire dalle 13, mentre dalle 14 verrà interdetto il traffico veicolare in entrata a Porta Romana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog