Cerca

Sesso, una ragazza su 6 lo fa a 14 anni

Il 10% ammette la prima volta: "L'ho fatto a scuola"

Sesso, una ragazza su 6 lo fa a 14 anni
Una ragazza su 6 a 14 anni ha già perso la sua verginità,
Libero-news.itLibero-news.it

Una ragazza su 6 a 14 anni ha già perso la sua verginità

mentre per sei italiane su 10 la “prima volta” avviene fra i 15 e i 18 anni. Nel 55% dei casi scelgono un partner più esperto e si proteggono con il preservativo. Il 15% usa la pillola anticoncezionale, percentuale che raddoppia per i rapporti sessuali immediatamente successivia, arrivando al 32%. Sono questi i risultati del sondaggio su oltre 600 ragazze under 26 anni, promosso da “Scegli Tu”, il programma sulla sessualità consapevole promosso dalla Società italiana di ginecologia e ostetricia nel gennaio 2010 in tutta la penisola.


L’uso della pillola- È sempre più diffuso, è anche merito anche delle nuove formulazioni a basso dosaggio e 28 compresse, su misura per le giovanissime. Che le usano anche per problemi ormonali e dermatologici.



Il “fai da te”-  Purtroppo resta ancora un 37% che la “prima volta” non utilizza nessuna protezione (17%) o solo il coito interrotto (20%).
Libero-news.itLibero-news.it

Il 37% che la “prima volta” non utilizza nessuna protezione

Un dato costante anche per i rapporti sessuali successivi e che preoccupa soprattutto perché a questa età il cambio del partner è frequente: il 43% delle intervistate ne ha già avuti 4 dopo il primo. Ma esistono anche giovanissime che considerano la verginità un valore: sono il 28%.

Chi “attende” lo fa perché non si sente pronta (38%), perché non ha ancora incontrato il “ragazzo giusto” (29%) o perché contraria ai rapporti prematrimoniali (19%). “Si cominciano a intravedere i frutti delle campagne informative”, spiega Alessandra Graziottin, Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica del San Raffaele Resnati di Milano e esperta di “Scegli tu”. “Per queste giovani la ‘prima volta’ sarà, a quanto sembra, più informata - commenta la Vincenzina Bruni, direttore della Sod di ginecologia dell’infanzia e dell’ adolescenza dell’azienda ospedaliera universitaria di Careggi di Firenze -: il 93% di loro afferma infatti che utilizzerà precauzioni”.


I luoghi prediletti - Il 72% delle ragazze intervistate vive attualmente un rapporto di coppia, 6 su 10 considerano la loro “prima volta” soddisfacente e l’hanno vissuta nel 31% dei casi a casa del compagno, nel 26% nella propria, nel 19% in auto, nell’11% all’aperto e nel 10% a scuola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • MOSTRAZZI

    18 Aprile 2014 - 10:10

    La statistica è monca. Una ragazza su sei lo fa a 14 anni perché le altre cinque lo fanno prima di 14.

    Report

    Rispondi

  • roda41

    09 Febbraio 2010 - 23:11

    non se ne può più di questa gioventù,sempre pure giustificata!ragazzine lolite(per non esprimerci come si deve),bulli,drogati,delinquenti,strupatori.Che bello esempio italico!e anche un pericolo sociale.Inoltre sono schifata dei servizi sia su RAI che altrove,in cui vengono intervistati,facendoli montare peggio e sollecitando altri bastardi ad emularli.C'è bisogno,di parlare delle bad baby,di quelle spostate,che vanno agli struscia party,altra novità,che se qualche altra cretinetta non sapeva,viene così a sapere? Figuriamoci che genitori saranno e chi sforneranno,a delizia della società!Possiamo parlare di altri modelli?e la scuola è diventata un bordello di prove sessuali precoci?non parliamo delle nefandezze scritte e filmate su youtube!Ce ne accorgeremo sulla nostra pelle,se non si pone un freno a questo popolo delirante di imbecilli!

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    05 Febbraio 2010 - 13:01

    Quando si è giovani,molto giovani, tutto sembra un sogno e tutto ha odore di desiderio e di bellezza ma, però, vista la grande inesperienza,quando ciò che si è sognato accade, dopo, ti lascia un grande amaro in bocca. Fanno benissimo quelle ragazze che lascino che il tempo maturi oltre il desiderio anche l'esperienza e l'età della ragione. I giovani dovrebbero incominciare a pensare che dinanzi a loro cè molto tempo a disposizione per avere ciò che desiderano e pertanto, si lasci che sia il tempo dovuto per fare tutte le cose e farle bene senza che dopo ci si rammarichi. Non gettate nella polvere ciò che vi spetta ed è veramente bello.

    Report

    Rispondi

blog