Cerca

"Prima volta" senza protezione per le adolescenti italiane

Lo rivela la Società italiana di ginecologia e ostetricia

"Prima volta" senza protezione per le adolescenti italiane

La “prima volta” per le adolescenti italiane è senza protezione. Lo rivela la Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo), che oggi a Roma ha presentato il progetto educazionale “Scegli tu”, con un decalogo da seguire quando in tv si parla di sessualità.
La “prima volta” è infatti senza protezione per quattro adolescenti italiane su 10 (37%), che, in media, scoprono il sesso a 16 anni. Il 17% non si pone proprio il problema – come gravidanze indesiderate o malattie sessualmente trasmissibili -, mentre il 20% si accontenta del coito interrotto.

Dai dati diffusi oggi dalla Sigo emerge, inoltre, che le italiane sono “infedeli” ai metodi contraccettivi, nel senso che passano dalla pillola, al profilattico o al coito interrotto, senza “affezionarsi” a uno in particolare, ma soprattutto, ed è un dato che fa riflettere, il 10% ricorre alla contraccezione d'emergenza.
L'Italia si conferma agli ultimi posti in Europa quanto a contraccezione, soprattutto per la mancata volontà di farne uso (53%), l'assenza di conoscenza (38%) o l'errato utilizzo (9%).

Per quanto riguarda le teenager, 6 su 10 considerano la “prima volta” soddisfacente. Nel 31% dei casi l’hanno vissuta a casa del partner, nel 26% nella propria, nel 19% in auto, nell'11% all'aperto e nel 10% addirittura a scuola. Chi invece temporeggia e rimanda la prima esperienza, lo fa perché non si sente pronta (38%), perché non ha ancora incontrato il ragazzo giusto (29%), ma c’è anche una percentuale che si dichiara contraria ai rapporti prematrimoniali (19%).
Le adolescenti italiane sono rimandate, comunque, sul fronte della conoscenza: il 72,9%, infatti, ha una educazione sessuale insufficiente, mentre solo lo 0,3% delle “under 19” mostra al contrario di saperne, e il 26,5% arriva appena alla sufficienza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    04 Marzo 2010 - 22:10

    questi giovani,sono solo istinto e ignoranza.vivono in un mondo edonistico e fasullo,travolgendo tutto,se stessi e purtroppo anche noi,che ne subiamo le conseguenze in vari modi!

    Report

    Rispondi

blog