Cerca

Le donne battono gli uomini. A Trivial Pursuit

La spiegazione è nel diverso metodo di comunicazione dei due emisferi del cervello

Le donne battono gli uomini. A Trivial Pursuit
Le domande possono arrivare a raffica. In ogni caso quel che conta è saper dare la risposta giusta nel minore tempo possibile. Parliamo di uno dei più famosi giochi in scatola degli ultimi anni: il 'Trivial Pursuit' (anche se, in realtà, ha da poco festeggiato il 30esimo compleanno). Ora, uno studio effettuato da Hasbro (società statunitense che produce giochi), mette in luce che le donne sono nettamente più brave degli uomini. (E quindi, secondo alcuni tabloid inglesi, più intelligenti!).

L'iniziativa, battezzata 'Trivial Pursuit Experiment', ha coinvolto tramite la Rete numerose persone che - come nel gioco da tavolo - dovevano dare una serie di risposte giuste su ogni argomento, dalla geologia, alla letteratura, dalla matematica, allo sport... In cinque mesi i tecnici dell'impero Usa dei giocattoli, hanno registrato 15.121.731 domande (e relative risposte) e un dato curioso su tutti: le risposte corrette delle donne sono state 4.088.139 contro le 4.077.596 degli uomini. Circa 10mila in meno. Stupiti molti opinion leader anglosassoni, fra cui la nota presentatrice Carol Vorderman, stanca di sentir parlare di strapotere maschile, in ambiti legati per esempio alla matematica: "È  un risultato eccellente per le donne", dichiara Vorderman. "Il gioco, d'altronde, si basa sul multi-tasking che come sappiamo le appartenenti al gentil sesso sanno gestire molto meglio degli uomini". Il multi-tasking, ossia la capacità di compiere più cose assieme e/o sviluppare più pensieri contemporaneamente, sembrerebbe, infatti, una prerogativa femminile.

Non sarebbe però una questione legata al maggiore o minore grado di intelligenza (QI), ma a un fenomeno concernente la differenza strutturale nella comunicazione fra i due emisferi del cervello e nel modo in cui questi comunicano nei due sessi. In generale, s'è visto che l'argomento affrontato con più disinvoltura è il cinema. A seguire scienza, sport, e arte. Chiuso dunque lo scontro fra uomini e donne ne parte un altro a metà marzo. Questa volta a colpi di 'Trivial Pursuit' si sfideranno over 30 e under 30. Una sfida 'generazionale' a tutti gli effetti.  

Gianluca Grossi  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • darkstar

    02 Gennaio 2012 - 19:07

    un 1% ad un giochino da tavolo sarebbe prova di maggiore intelligenza ? come mai un risultato (discutibile) del genere viene accettato per buono stabilendo che le donne siano piú intelligenti degli uomini ed i risultati (reali) dei test per il quoziente di intelligenza che danno ai bianchi un Q.I dai 15 ai 30 maggiore dei neri vengono rifiutati ?

    Report

    Rispondi

blog