Cerca

Donne più felici con la gonna

Viva i mutandoni, abbasso i tanga e gli slip sintetici

Donne più felici con la gonna
Viva le gonne e i mutandoni, abbasso i tanga e gli slip sintetici. Le nonne la sapevano lunga. "Abiti e  sottane lasciano infatti respirare le zone intime", conferma la sessuologa Graziottin. E anche il colore della biancheria può fare la differenza contro i problemi di letto. I coloranti usati per tingere slip "possono irritare una mucosa già iper-reattiva - avverte la specialista - Soprattutto oggi,  considerando che molti dei coloranti utilizzati sono di bassissima qualità, se non addirittura tossici". Attenzione poi a tutti i pantaloni attillati, compresi i jeans. Il modello skinny è il più a rischio: il più sexy tra i denim potrebbe avere un 'effetto-boomerang', favorendo microabrasioni, infiammazioni croniche  e infezioni. Ad essere bocciati sono anche i body, capo in voga negli anni '80 ora  risorto a nuova vita. Donne, attenzione anche alle calze: preferire al  nylon la microfibra e in generale ogni tessuto naturale. Da evitare anche il salvaslip. Da abolire i modelli  non traspiranti, come in generale tutto ciò che favorisce la  permanenza delle secrezioni. E ancora, "Ogni volta che si  assume un antibiotico, sarebbe bene abbinare un antimicotico per  proteggersi dalla candida", raccomanda Graziottin. E se la pillola  anticoncezionale provoca secchezza intima? "La soluzione non è certo  smettere di assumere il farmaco: bastano piccole dosi di estrogeno in  loco", continua la sessuologa. E se è dimostrato che fare esercizio fisico aiuta anche il  benessere sessuale, attenzione però alla bicicletta e a tutti gli  sport che comportano sfregamento e frizione. La vita sessuale? Aiutate l’eros limitando i lieviti e gli  zuccheri,  “possono nutrire la candida", spiega la specialista  milanese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • apolonia47

    12 Marzo 2010 - 20:08

    Caro Vittorio Feltri, ma come fa, da un bravo giornalista dell’Indipendente fino a qualche anno fa, ad accettare oggi di dare le notizie alla Minzolini, veramente non sente la vergogna? In particolare nel confronto dei fatti accaduti oggi?

    Report

    Rispondi

blog