Cerca

I simboli di pace per i giovani: Mandela, Vasco e Obama

È quanto emerge dalla ricerca "Tennager e libertà" svolta su 600 ragazzi di età compresa tra i 14 e i 20 anni

I simboli di pace per i giovani: Mandela, Vasco e Obama
Sono tre i personaggi che i giovani teenager italiani associano al concetto di libertà: Nelson Mandela, Vasco Rossi e Barack Obama.

È quanto emerge dalla ricerca "Tennager e libertà", commissionata da Ciba Vision e Gfk Eurisko. La ricerca si è svolta su 600 ragazzi di età compresa tra i 14 e i 20 anni. Gli adolescenti italiani intervistati hanno espresso il desiderio di un ritorno alle origini: le metropoli offrono di tutto, ma non il senso di libertà che dona una spiaggia, una montagna o un prato verde. Sembrano essere un lontano miraggio. I teenager associano la libertà alla natura e al contatto con essa, a momenti di condivisione con il gruppo e anche a occasioni più solitarie e contemplative.

Il mare viene associato al senso di libertà dal 57% del campione superando di gran lunga Internet e il telefono cellulare. Non solo tecnofili quindi, ma giovani "romantici" che apprezzano tramonti e panorami e che indicano come film simboli della libertà "Alice nel paese delle meraviglie" e "Into the wild".

Il bisogno di momenti di riflessione e di introspezione sfocia poi nella paura nei confronti della recessione e della disoccupazione, 49%. L’elemento più importante per essere liberi nel futuro, per il 63% dei ragazzi, è "fare il lavoro che piace". I giovani si dicono romantici, ma anche molto pragmatici e realisti, si sentono liberi stando con gli amici (64%), facendo sport (35%) e curando il proprio aspetto (32%). Attività semplici che vogliono vivere senza ostacoli e a proprio agio. Proprio per avvicinarsi ai giovani, che si dicono favorevole all’uso delle lenti a contatto, 71%, Cibavision ha annunciato che sarà sponsor del programma Trl On the Road di Mtv Italia.

L'idea di libertà dei giovani non si traduce, quindi, solo nel desiderio di andare a tutti i costi contro corrente. Il 58% degli intervistati afferma che essere liberi vuol dire poter fare le scelte che contano, come scegliere la scuola alla quale iscriversi e che cosa fare da grandi. Ma anche esseri liberi di seguire le proprie passioni. Quindi, niente trasgressione ma rispetto dei limiti. Solo il 16% intende la libertà come "fare quello che si vuole" e un ancora più basso 15% sostiene che la libertà significa "essere diversi dalla massa".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog