Cerca

Rocco Siffredi indagato a Chieti per evasione fiscale

Ha creato una società fittizia in doversi paradisi fiscali. Si parla di 2milioni di euro

Rocco Siffredi indagato a Chieti per evasione fiscale
Rocco Siffredi è indagato dalla Procura di Chieti per reati fiscali commessi tra il 2002 e il 2005. I redditi finiti sotto la lente degli investigatori sono quelli che Siffredi, già principe dei pornoattori e oggi produttore di film hard, avrebbe occultato all'erario attraverso la fittizia istituzione di società in diversi paradisi fiscali. L'iscrizione nel registro degli indagati, come apprende "Radiocor", deriva dagli accertamenti fiscali avviati lo scorso anno dalla tenenza della Guardia di Finanza di Ortona, coordinata dal comando provinciale di Chieti, che hanno portato ad accertare un'evasione complessiva di oltre 2milioni di euro, con evasione dell'Iva per circa 200mila euro.

Secondo quanto si apprende, nei prossimi giorni Siffredi siglerà con l'Agenzia delle Entrate un verbale con adesione che dovrebbe portare al recupero di poco meno di 1milione di euro. Dagli accertamenti effettuati sul conto dell'attore e di sua moglie Rszsa Tassi, anche lei pornodiva e Miss Ungheria, è emerso che i due, residenti fino al 2005 in provincia di Chieti, avrebbero fissato la propria dimora a Roma, in una villa risultata intestata a una società britannica. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Mady69

    03 Agosto 2010 - 09:09

    Dall'autobiografia di Rocco Siffredi si evidenzia che il lavoro di pornostar non ha mai avuto contributi o assicurazioni,è stato un lavoro apparentemente piacevole ma molto difficile,inoltre si comprende che il noto attore è rimasto un puro come si è capito anche al Chiambretti night,il bravo ragazzo di Ortona sentimentale che crede nella passione nella sua autobiografia è commovente vedere come si è innamorato la prima volta fiducioso e poi quando andò a fare il militare lei sparì senza dirgli nulla si fidanzò con un altro. Anche la ragazza inglese della quale e per la quale aveva lasciato il lavoro di pornostar si dimostrò una ragazza egocentrica ed egoista,lui non riuscì ad affermarsi come indossatore per il fisico strepitoso e nemmeno come attore classico nonostante il geniale film della Breillat nel quale venne fuori come il massimo attore europeo a detta della Breillat. Rocco Siffredi è un'artista che simula aggressività sul set hard,in realtà è romantico,buono e in buona fede.

    Report

    Rispondi

  • grilloparlante

    24 Giugno 2010 - 14:02

    Povero Rocco colto in "Fallo".

    Report

    Rispondi

blog