Cerca

"Le donne sono oggetti sessuali"

L'84enne fondatore di Playboy lancia la provocazione dopo l'uscita del documentario sulla sua vita

"Le donne sono oggetti sessuali"
Per pubblicizzare il documentario biografico "Hugh Hefner: Playboy, Activist and Rebel", appena uscito nelle sale newyorkesi il fondatore di Playboy la spara grossa, sentenziando che le donne, senza le quali non avrebbe potuto costruire il suo impero, non sono altro che "oggetti sessuali". L'84enne infiamma le pagine dei giornali americani con le sue dichiarazioni volutamente provocatorie.

Paragonandosi a Picasso, che prima di approdare all’astrattismo aveva passato un periodo rosa e un periodo blu, Hefner ammette di trovarsi ora nel suo periodo biondo per quanto riguarda la scelta delle donne, dopo le oltre 2000 che lo hanno conquistato. Il tutto con l'aiuto del Viagra, che l'anziano Hugh benedice parlando con i giornalisti del New York Daily News. Poi ostentare una certa moralità a letto: " Niente cavalli o rettili". E ai detrattori che sostengono che Playboy abbia promosso l'immagine della donna-oggetto, risponde: "Dire che Playboy abbia trasformato la donna in oggetto sessuale è ridicolo. Le donne sono degli oggetti sessuali ecco perché si mettono il rossetto e le minigonne".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • peroperi

    23 Settembre 2010 - 02:02

    Il motivo per cui i galli non hanno le mani? Perche' le galline non hanno le tette.

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    18 Settembre 2010 - 19:07

    per esempio la rosy bindi.....ne è esente

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    04 Agosto 2010 - 22:10

    Le donne sono secoli che vengono trattate come oggetto,sia sessualmente che altro. Quando ero bimbo oltre 80 fa, mi rammento che in casa le donne da mia madre a mia nonna e le zie, rappresentavano soltanto servitù sia dei loro mariti che degli stessi figli. Erano soltanto delle macchine che fabbricavano mano d'opera sia per la coltivazione della terra,del bestiame e della propria casa. L'uomo era il padrone in assoluto. Poi, fortunatamente i tempi cambiano ma, le donne ancora oggi, hanno lasciato la vecchia schiavitù per farsi prendere da un'altra vita che non rappresenta ancora il loro riscatto a una libertà di rispetto pari all'uomo ma, questo dovuto riscatto,ancora una volta, sta nelle loro mani e finchè esse si presteranno a essere considerate soltanto come desiderio sessuale per una mercificazione economica a favore di gruppi di sfruttamento che possono essere catalogati come alta moda ,cinema, teatro e discoteche, esse saranno sempre un oggetto nelle mani dei loro carnefici.

    Report

    Rispondi

  • Joe1957

    03 Agosto 2010 - 09:09

    "La Donna sa essere un fantastico oggetto sessuale".

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog