Cerca

In Spagna impazza il "balconing"

I ragazzi ubriachi che rientrano in albergo a notte fonda praticano il "lancio dal balcone", un salto nel vuoto: giù 4 morti quest'anno

In Spagna impazza il "balconing"
L’idiozia non ha limiti. Da un paio d’anni impazza a Maiorca e Ibiza il salto dal balcone, divenuto l’ultimo divertimento dei ragazzi ubriachi dopo notti trascorse all’insegna dell’eccesso. Un salto da un piano rialzato (più si ha bevuto e più aumentano i metri d’altezza) e il dolore è assicurato: nel migliore dei casi ferite, nel peggiore lesioni, addirittura la morte per alcuni. Dall’inizio dell’estate 4 giovani sono morti dopo un lancio dai balconi dei loro hotel. Nell’estate iberica sono già 30 i casi di “balconing” (il nome dato alla pratica masochista). Il fenomeno non è nuovo, riferisce il quotidiano El Pais. Nelle Baleari si sono contati circa 10 casi all’anno nelle ultime cinque estati. E dal 2008, almeno sette turisti sono morti precipitando dai balconi del loro hotel. Da quest’anno, gli hotel si sono trovati a dover rafforzare la sicurezza per far fronte a questa nuova emergenza: e così sono comparse le "ronde" sotto i balconi degli alberghi. Se continua così bisognerà mettere le sbarre alle finestre: sarà anche una simulazione di reclusione per i giovani sballati che non trovano niente di meglio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Giumaz

    13 Agosto 2010 - 10:10

    Assolutamente aderenti alla realtà i due commenti di Pasquino69 e ClaudioF sulla Spagna: paese di deficenti e per deficenti. Dopo l'avvento di Bambi è divenuto il mito dei bamba sinistroidi fattoni e strafattoni. Strafatti di tutta europa unitevi....ed andate in Spagna a buttarvi dalla finestra.

    Report

    Rispondi

  • roaldr

    12 Agosto 2010 - 18:06

    questi del "balconing" sono solo gli ultimi esemplari di una specie, quella degli imbecilli strafattoni, che, incapaci di avere cura di se stessi, ne inventano di tutti i colori per porre fine alla loro inutile quanto breve comparsa sulla scena della vita: bus/surfing, train/surfing, sdraiarsi in mezzo all'autostrada, anossia indotta fino a provocare svenimenti, sono alcune delle loro specialità che, fortunatamente, non coinvolgono, se non marginalmente, coloro i quali, al contrario, apprezzano il valore della vita e cercano di farla durare il più a lungo possibile...meglio, molto meglio, di quelli che, in preda all'alcool e alle droghe, si mettono al volante, mine vaganti a caccia di incolpevoli passanti.

    Report

    Rispondi

  • pasquino69

    12 Agosto 2010 - 17:05

    La spagna, nazione libera, droga, bere, sesso, culattoni liberi, matrimoni gay. Chissa' continui cosi'. Sparira' in breve questo komunismo da falso salotto, dove tutto e' libero e tutti possono fare quello che vogliono. In questa maniera ci si libera della feccia. Zapatero non e' male, spara agli extracomunitari e lascia saltare dai balconi gli scemi fatti. Sembra che per legge abbia fatto chiudere i primi 3 piani. Li fa' saltare minimo dal 4°, e' piu' sicuro.

    Report

    Rispondi

  • claudioF

    12 Agosto 2010 - 16:04

    Gira più droga ad Ibiza che in Colombia!! Chi si butta è fatto ed ubriaco. I mossos e la guardia civil anziche pestare di botte chi è sobrio e magari vuole chiedere informazioni dovrebbe vigilare di più. A Lloret de Mar due anni fa ho visto portar via in camionetta un padre di famiglia ITALIANO che era a passeggio con moglie, figlio di pochi anni che urlava disperato per riavere il padre ed amici di famiglia, senza motivo apparente. Tra i vicoli invece era pieno di fattoni NORDEUROPEI ubriachi alla ricerca di droghe, immuni alla sorveglianza.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog