Cerca

Italiani popolo di pigri

Secondo l'Istituto Superiore di Sanità due su tre fanno poca o nessuna attività fisica

Italiani popolo di pigri

Gli italiani sono pigri. Solo un terzo della popolazione svolge attività fisica ai livelli consigliati dai medici e ben due su tre fanno poca o nessuna attività. Lo rivela il rapporto Passi sugli stili di vita, redatto dall’Istituto Superiore di Sanità. I dati dicono che solo il 33% degli italiani possono essere considerati 'attivì, cioè svolgono lavoro pesante oppure compiono 30 minuti al giorno di attività moderata per 5 giorni alla settimana o 20 minuti di attività intensa per 3 giorni. Un altro terzo, il 36,8%, è parzialmente attivo, ossia fa qualche attività fisica nel tempo libero ma insufficiente e inadeguata. Il 30,2% è decisamente sedentario, non fa alcuna attività fisica. Un dato, quest’ultimo, in continuo aumento: nel 2007 i sedentari "totali" erano il 27,5%, nel 2008 il 29,5%. Le percentuali di persone completamente sedentarie aumentano con l’età, tra le donne e le persone che hanno il minor grado di istruzione.

I più pigri vivono al sud, mentre al nord il numero di sedentari è inferiore alla media nazionale. Il valore più basso si registra nella P.A. di Bolzano (13%), ma sono sotto il 23% Liguria, Friuli e parte della Lombardia. Quello più alto in Basilicata (47%), con punte attorno al 40% anche in Sicilia, Puglia, Campania e Abruzzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luisa59

    22 Ottobre 2010 - 18:06

    pigri anche per correggere il titolo? "PRIGRI"

    Report

    Rispondi

blog