Cerca

Musica, arrivano i Chromeo

Le loro canzoni hanno fatto da colonna sonora agli spot Heineken e McDonald's. Il terzo album presto anche in Italia

Musica, arrivano i Chromeo
Ma arrivano da Montréal, in Canada, o dai plasticosi anni Ottanta della Italo Disco, questi Chromeo? La domanda sorge spontanea. Perché ad ascoltare la loro contagiosa Night By Night, che da qualche giorno impazza anche sulle nostre radio, sembra proprio di essere tornati indietro nel tempo. Ossia nel bel mezzo di quei mitici, indimenticabili, amati e pure tanto odiati anni. Il brano, un concentrato di suoni electrofunk, chitarre rockeggianti e voci in stile Daft Punk, da noi uscito su Time Records il 16 novembre. Niente vinile, però. Solo cd singolo con dentro l'original mix e le versioni di Siriusmo e Skream.





Ma chi sono nello specifico questi due scanzonati giovani? Per lasciarsi inondare da un mare di notizie e opinioni sul loro conto, basta interrogare Google. Quindi cerchiamo di sintetizzare i fatti più importanti. E intanto iniziamo col dire che il nome Chromeo, almeno per gli addetti ai lavori e per gli appassionati di spot pubblicitari, non suona per niente nuovo. Infatti non fanno musica da un giorno, bensì dal 2001, e alcune loro tracce sono state scelte come colonna sonora da brand come Heineken o McDonald's. Un pezzo del duo si chiama Dave 1, ma il suo vero nome è David Macklovitch. Lui è il leader della formazione, canta e suona la chitarra. L'altro 50% corrisponde a P-Thugg e all'anagrafe fa Patrick Gemayel. Sintetizzatori, talk box e tastiere sono il suo mondo. Patrick è arabo. David, invece, ebreo. Amici sin dall'infanzia, i due, ironicamente, descrivono la loro come l'unica partnership di successo arabico-ebraica fin dagli albori del genere umano. E David, tra l'altro, non è l'unico artista in famiglia. Basti pensare che suo fratello, A-Trak, astro nascente della consolle, è colui che, al fianco del dj-leggenda Armand Van Helden, sta spopolando un po' a tutte le latitudini con il progetto Duck Sauce (Barbra Straisend, degno seguito della hit mondiale Anyway, è il loro nuovo singolo).

Ma torniamo a questa band e alla produzione in studio.  I due, reduci da un doppio tour che li ha portati in giro per il globo, hanno dato alle stampe tre album. Il primo, She's in Control, è del 2004 e fa parte del patinato catalogo della Turbo di un certo Tiga, quello di reliquie come Pleasure From The Bass, Good As Gold o You Gonna Want me per intenderci. Fancy Footwork, il secondo, è del 2007 e inaugura il filone funky-pop, lo stesso che caratterizza le note del loro ultimo lavoro, Business Casual (!K7), quello che include Night By Night e che presto verrà pubblicato in Italia dalla sopracitata music-factory bresciana. Impossibili da non menzionare, infine, anche le loro compilation mixate. La più recente, DJ-Kicks: Chromeo, risale sempre all'anno scorso.

Leonardo Filomeno


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog