Cerca

Il 13 novembre è la Giornata della Gentilezza

Dall'Italia alla Cina, Psychologies Magazine lancia il movimento globale del vivere "gentilmente"

Il 13 novembre è la Giornata della Gentilezza

Nel mondo servirebbe più gentilezza. L’anno scorso, ispirata dal World Kindness Day, Phychologies ha lanciato per la prima volta  in Francia la Giornata della Gentilezza riscuotendo un grande successo. Quest’anno le 12 edizioni del network di Psychologies Magazine invitano ciascuno  ad agire concretamente per rendere il mondo (un po’) migliore. Attraverso un ricco Dossier, il Manifesto della Gentilezza, l’invito a proposte concrete, il dibattito tra le lettrici di Psychologies Magazine Italia, in edicola questa settimana, propone uno spunto di riflessione sulla gentilezza.

La redazione del magazine ha stilato il Manifesto nel quale dichiara in 10 punti che cosa è la gentilezza e quali sono le buone ragioni per praticarla:
•Noi crediamo che in  un mondo che tende alla disumanizzazione, abbiamo più che mai bisogno di gentilezza. Verso noi stessi, gli altri, il pianeta.
•Noi crediamo che essere gentili voglia dire essere rispettosi nei confronti di tutto quello che ci circonda: persone, animali, ambiente.
•Noi siamo convinti che l’era dell’aggressività e del “ciascuno per sé” sia tramontata.
•Noi crediamo che sia arrivato il momento di affrontare la vita con più dolcezza, più compressione, più attenzione.
•Noi crediamo che essere gentili significhi essere parte attiva di un processo di miglioramento dell’esistenza di tutti.
•Noi crediamo che la gentilezza sia una forza interiore e una forma alta di intelligenza.
•Noi crediamo che essere gentili sia un valore contemporaneo.
•Noi crediamo che la gentilezza sia un’attitudine. E che come tale si possa apprendere.
•Noi crediamo che la gentilezza sia contagiosa e, di conseguenza, altamente efficiente.
•Noi siamo convinti che la gentilezza debba concretizzarsi in piccole azioni che contribuiscono a innescare un grande cambiamento”

Alex Bellini, Giovanni Allevi, Tessa Gelisio e Catherine Spaak sono testimoni di questa filosofia e raccontano a Psychologies  perché vivere gentilmente è per loro una necessità assoluta ed indiscutibile.

In occasione del 13 novembre tutti i lettori sono inviati sul sito per confrontarsi e discutere, raccontare le proprie esperienze e proporre “idee gentili” per portare avanti la Kindness Way of Life.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    30 Novembre 2010 - 08:08

    fosse Iddio,quà nel mondo ci si scanna!

    Report

    Rispondi

blog