Cerca

Morta Isabelle, modella-simbolo dell'anoressia

La Caro scomparsa a 28 anni. Era celebre per una campagna di Oliviero Toscani. Il fotografo: "Malata nella testa"

Morta Isabelle, modella-simbolo dell'anoressia
La modella francese, Isabelle Caro, divenuta il più celebre simbolo dell’anoressia grazie ad una contestata campagna fotografica di Oliviero Toscani, è morta in ospedale in seguito a una polmonite. Lo riferisce Paris Match, secondo il quale il decesso è avvenuto a Tokio, dove la giovane donna è morta già a metà novembre dopo due settimane di ricovero, all'età di 28 anni. La notizia è stata diffusa solo ora, prima dal sito del quotidiano svizzero 20 minutes e poi da quello del settimanale francese Paris Match.

PESAVA 31 KG - Caro, ridotta letteralmente pelle e ossa (pesava 31 chili per un’altezza di 1,64), nel 2007 si era fatta ritrarre nuda dal celebre fotografo Oliviero Toscani per una campagna di informazione sull'anoressia su grandi cartelloni pubblicitari. Foto che allora suscitarono scalpore e roventi polemiche.
Due anni fa la modella aveva pubblicato un’autobiografia intitolata "La ragazzina che non voleva diventare grassa".

LE DICHIARAZIONI DI TOSCANI
- "Purtroppo non ho un bel ricordo di Isabelle Caro, era una ragazza molto malata, prima nella testa che nel corpo, perché aveva una mente da anoressica, come tutte le persone che soffrono di questo disturbo era anoressica nel cervello": Oliviero Toscani ha ricordato così il suo incontro con la modella anoressica della cui morte si è avuta notizia oggi. Alla campagna era seguita la presentazione di un libro fotografico con Monica Bellucci: "quella è stata l'ultima volta in cui l'ho vista, poi - ha concluso il fotografo - non ho più avuto contatti con lei".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • darkstar

    29 Marzo 2013 - 17:05

    ...il solito sciacallo

    Report

    Rispondi

  • ADM

    12 Gennaio 2012 - 15:03

    Il pazzo Toscani poteva evitare di dire :" Malata nella testa." Che mostro! Intanto con i suoi scatti....ci ha fatto i ...soldi ! Isabelle era presa dal male di vivere! Il peggior male...L'anoressia è stata solo una conseguenza.

    Report

    Rispondi

  • NoSuicide

    15 Novembre 2011 - 21:09

    Poverina! E' brutto entrare in una malattia, e non poterne uscire in tempo! Mi spiace molto! http://myhelp.forumfree.it/

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    03 Gennaio 2011 - 22:10

    Tutti noi esseri viventi,sia umani che animali e piante, abbiamo avuto il privilegio di essere stati scelti per vivere questa esperienza di viandanti in questo meraviglioso pianeta terra.Dobbiamo soltanto soddisfarci di essere parte di una realtà metafisica infinitamente bella e paurosa per l'immenso spazio che ci circonda. Per il tempo spazio che ci è dato di vivere, comportiamoci fraternamente l'un l'altro e colloquiando tra tutti, chiediamoci solo dove siamo, chi siamo, e perchè solo a noi, tra milioni di semi espulsi naturalmente, siamo stati scelti per godere di questo privilegio che avendo un corpo pieno di sensazioni, godiamo e soffriamo nello stesso tempo di quelle cose piacevoli e non piacevoli. Solo la fine di questo corpo, porra termine a tutte le sensazioni: respirare aria pura proveniente o dal mare o dalle montagne; del vento, del calso del sole, del freddo: delle visioni immacolate del cielo matutino o stellato della sera; del gusto papillare e di altre cose.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog