Cerca

Avere relazioni lunghe aiuta la salute mentale

Ricercatori dell'Università dell'Otago dimostrano che storie d'amore e d'amicizia prevengono depressione e tendenze suicide

Avere relazioni lunghe aiuta la salute mentale
Avere grandi amici e/o lunghe relazioni aiuta (anche) la salute mentale. L'ennesima ricerca dall'esito scontato giunge dal British Journal of Psychiatry, secondo cui una lunga relazione - non conta se d'amicizia o d'amore - è la chiave per avere meno problemi di salute mentale, abbattendo il rischio di depressione, tendenze suicide e di dipendenze da alcool o droghe. Lo studio giunge direttamente dall'Università dell'Otago, i cui ricercatori hanno seguito per anni e anni mille neozelandesi di circa 30 anni. Si è scoperto che quelli con lunghe relazioni avevano un tasso assai minore di problemi mentali: nei single il tasso era del 16%, mentre in quelli con un rapporto inferiore ai due anni saliva al 23%. Per quelli coinvolti in amicizie e storie d'amore oltre i cinque anni, invece, la percentuale scende al 9%. Clamoroso il dato sull'abuso di alcool: i single sono coinvolti nel 12% dei casi, mentre gli "impegnati" solo nel 3%.

"Il motivo per questo effetto - hanno spiegato gli autori di questa (essenziale) ricerca - va ricercato nella stabilità finanziaria e nel supporto emozionale che si ottiene con una relazione lunga, che non è però legato allo status della coppia, visto che si riscontra sia nelle persone sposate che in quelle che non lo sono". Al contrario, dunque, è facilmente intuibile come le "corna" possano danneggiare anche gli equilibri mentali della persona tradita. Nel dubbio, dunque, meglio essere fidanzati e avere tanti amici. Non è dato sapere, però, se i fidanzati e gli amici possono "convivere" in pace e serenità. Ma questa è un'altra storia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu521

    05 Gennaio 2011 - 08:08

    Cosa dovremmo dira del trota a questo punto?

    Report

    Rispondi

  • blu521

    04 Gennaio 2011 - 21:09

    Aristotele sostiene (Eth Nicom) che l'uomo solo o è un dio o è un animale. Il nano,pensando di trovare vie traverse,complice tale Scapagnini,ha creduto di trovare la pietra filosofale. E' diventato, e così passerà alle cronache, come un arredatore di interni; il suo colpo basso sarà il lettone di Putin. Il guaio è che dorme dove capita. E poi dicono che sia l'uomo più ricco d'Italia. Sarà,ma fa una vita....

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    04 Gennaio 2011 - 18:06

    La solitudine uccide sia lo spirito che il corpo a meno che, una persona non sia un asceta, pratiche mistiche volontarie per la ricerca del proprio Io e del trascendentale.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    04 Gennaio 2011 - 15:03

    non aiuta relazioni durature. Le relazioni durature fanno venire la depressione... :)

    Report

    Rispondi

blog