Cerca

In barca a vela per Venezia

Al timone i non vedenti

In barca a vela per Venezia

In barca a vela per Venezia, guidati da non vedenti. E' l'iniziativa dell'associazione Ventollibero, in collaborazione con Homerus project. Domenica 22 marzo tre imbarcazioni fornite dal Vela Club Venezia saranno messe a disposizione dei visitatori, con al timone velisti non vedenti e ipovedenti, che per la prima volta al Salone nautico internazionale di Venezia "porteranno in barca i visitatori della mostra gratuitamente" per provare una concreta esperienza velica, una uscita dimostrativa gratuita nel canale della Giudecca.
«Quest’anno al Salone di Venezia vogliamo promuovere la nostra attività solidale, farci conoscere e offrire alla società le nostre esperienze - spiegano i responsabili- abbiamo ritenuto di coinvolgere la scuola vela per ciechi più famosa in Italia e nel mondo, la Homerus project». Ventolibero è presente al Salone con un piccolo stand nella banchina nord. Uno stand molto particolare, realizzato con le vele bianche e marroni che gli equipaggi di non vedenti usano come segno distintivo quando navigano.
Ventolibero ha partecipato alla regata in programma domenica  15 marzo  con un equipaggio formato esclusivamente da non vedenti e ipovedenti, misurandosi alla pari con tutte le altre imbarcazioni. Per l'occasione, in collaborazione con Vela Club Venezia che ha fornito delle imbarcazioni monotipo adeguate alla situazione e Veritas che ha contribuito all'acquisto di una splendida coppa, si è istituito il trofeo velico "Ventolibero", che sarà assegnato al primo equipaggio non vedende.
In un anno Ventolibero è cresciuto nelle sue iniziative, tra le quali il progetto Eye Cube, che formerà dei velisti ciechi e ipovedenti in istruttori di vela, i quali andranno ad insegnare non solo ai non vedenti, ma anche alle persone normodotate. Nella fase finale di questo progetto è previsto che questi istruttori non vedenti di Ventolibero vadano a tenere dei corsi vela gratuiti ai ragazzi delle case famiglia.
Ventolibero è stata anche la prima associazione ad aver creato una audioteca di testi e manuali di vela dedicata ai non vedenti, ipovedenti e dislessici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog