Cerca

Gufate dei Maya? Scordatevele 2012, l'anno di Fornero e Belen

Oroscopo. Libero prevede il nuovo anno dei protagonisti di politica, attualià, giornalismo. E scopre che... Prima parte: Ariete/Cancro

Gufate dei Maya? Scordatevele  2012, l'anno di Fornero e Belen

A menare rogna hanno cominciato i Maya secoli fa, dicendo che nel 2012 sarebbe finito il mondo. La verità è un’altra: quando si sono resi conto di stare scomparendo, hanno pensato bene di rovinare la festa ai posteri. Si sono inventati una profezia portasfiga che tutti hanno preso sul serio. E adesso i Maya, vedendoci in ambasce, se la ridono di gusto dall’aldilà: «Ci avete sterminati, maledetti europei? Bene, mo’ vi beccate le nostre gufate precolombiane, in particolare quel cornuto di Mel Gibson che nei suoi film ci dipinge come mentecatti assatanati dediti ai sacrifici umani. È vero che li facevamo, ma solo in occasione delle manovre economiche. Non è che il vostro Monti sparga meno sangue... ». Nel nostro piccolo, abbiamo deciso di chiedere alle stelle come andranno i prossimi dodici mesi. Gli astri ci hanno risposto di non rompere i coglioni. Allora abbiamo elaborato una profezia: il 2012 sarà l’anno del Colle, un Napolitanno. Qui sotto vi offriamo qualche previsione ulteriore. Un’avvertenza: questo oroscopo è rispettoso della crisi. Vale anche per il 2013 e il 2014, così si risparmia. Buon Napolitanno a tutti, e andateci piano con lo spumante, ché bisogna restare sobri (e poi finisce che ve lo tassano).

di Francesco Borgonovo e Alessio Di Mauro

ARIETE - Fabrizio Corona. Dopo il grande successo del video hard di Belen circolato sul web, il signor Rodriguez ha deciso di lanciarsi in una nuova carriera di produttore cinematografico. A breve manderà sul mercato il seguito del sextape (intitolato Belen Porno 2 - La sigaretta dopo). In lavorazione anche un prequel (dal titolo Petting). Presto disponibili anche pellicole adatte a tutta la famiglia: Belen - La prima comunione; Belen - Le vacanze al mare con la zia e il nonno. Previsto anche il classico film storico-guerriero, con la partecipazione di Russell Crowe, Belen contro Giovanni Rana. La regista progressista Cristina Comencini sta trattando i diritti per il docu-film introspettivo Belen e la depilazione, con Filippo Timi nei panni di un rasoio Braun. Eugenio Scalfari. Anno di trattative. Pare che Mondadori abbia un problema riguardante l’uscita del Meridiano con tutte le opere di Eugenio. Trattasi di un conflitto sui diritti. Il Fondatore di Repubblica vorrebbe includere anche l’Antico Testamento, sostiene di averlo dettato lui apparendo sotto forma di roveto ardente ad Ezio Mauro, sul monte Sinai. Gli esperti del Vaticano hanno da ridire, ma il teologo Vito Mancuso, acerrimo nemico di Ratzinger, assicura che ha ragione Scalfari. La sua perizia sarà pubblicata dall’Espresso e conterrà una copia del primo giornale diretto da Barbapapà, interamente scritto supergamena, copiato a mano da Platone (con cui Scalfari frequentò la prima elementare. Eugenio aveva voti più alti).

TORO - Elsa Fornero. La ministra del Welfare cambia segno zodiacale in ossequio alla borsa: talvolta è toro, talvolta orso. La signora ha deciso che non continuerà la carriera politica. Mollerà la poltrona e si dedicherà a tempo pieno alla professione di prefica. Con il marito e la figlia aprirà la ditta di onoranze funebri Fornero, specialista in cremazioni. Per una modica cifra, la signora Elsa passerà un intero pomeriggio a piangere accanto al defunto. Con un piccolo sovrapprezzo, la ditta fornirà anche un necrologio sulla Stampa, a firma Mario Deaglio. Pare che, per agevolarsi gli affari, la ministra abbia deciso di proporre un’altra stangata intorno a febbraio. A richiesta, le onoranze Fornero forniscono gratuitamente corda, sapone e sgabello. Cristina Comencini.La celebre regista fondatrice del movimento antiberlusconiano Se non ora quando?, dopo aver proibito al pubblico di ridere durante le proiezioni del suo film Quando la notte, è diventata la favorita del governo tecnico grazie al suo cinema di lacrime e sangue. Tra i vari progetti, ha in cantiere un film biografico su Elsa Fornero, tanto per essere sicura che gli spettatori non sghignazzino. Lo produrrà suo marito Riccardo Tozzi, che poi lo candiderà all’Oscar. Il marito di Elsa Fornero, per non essere da meno, firmerà una recensione positiva sulla Stampa. Natalia Aspesi, offesa per essere stata defraudata del ruolo di recensore ufficiale, chiederà di andare in pensione. Risposta della Fornero: «Col cazzo».

GEMELLI - Enrico Mentana.Egli, in verità, è delCapricorno, ma dal 2012 cambierà segno diventando dei Gemelli. Motivo? Pare che esistano due Mentana, uno buono e uno cattivissimo. Il primo fa guadagnare ascolti e salire le quotazioni di rete alle stelle. Il secondo è un tiranno ferocissimo che tratta male i giornalisti. Dunque sono in due (oppure a La7 sono impazziti, che è più facile). Comunque, pare che nel 2012 i sottoposti del tg lo denunceranno alla Corte dell’Aia per crimini di guerra, violazione delle norme sindacali e genocidio. Mentana (quello cattivo), a quel punto, minaccerà di dare le dimissioni, scatenando un terrificante tsunami finanziario. Tutte le borse crolleranno, lo spread salirà oltre quota diecimila. Nell edizione delle 20 del suo tg, Mentana (quello buono) ritirerà le dimissioni e dirà: «Si tratta della più grande crisi della storia dell’umanità». Tornato improvvisamente crudele, aggiungere: «E l’ho provocata tutta da solo, stronzi». Share del telegiornale: 8,2%. Gli altri spettatori, ignari, stavano guardando repliche di Il pranzo è servito(conduzione Claudio Lippi). Mike Bongiorno. Ora che la salma del grande Mike è stata ritrovata, fra i conduttori Mediaset si è scatenato il panico. Emilio Fede teme per la sua poltrona, Alessia Marcuzzi ha chiesto alla direzione se intende affidargli il Grande Fratello. Pier Silvio staconsiderando entrambe le ipotesi.

CANCRO
- Italo Bocchino. Dopo aver scritto un’autobiografia per spiegarci chi diavolo fosse, il luogotenente di Fini pubblicherà un libro postumo. Così, perché gli piace bruciare le tappe. Michele Santoro.Annozero.Gli amici di untempo non l’hanno nemmeno chiamato per fargli gli auguri di buon 2012. Celentano non gli manda più sms, Grillo ha smesso di invitarlo sul suo yacht per le vacanze. Marco Travaglio pensa di emigrare a La7 («Tanto se mi tingo i capelli di biondo mi scambiano per la Costamagna o per Porro, abbiamo lo stesso parrucchiere»). Preso dalla disperazione, Michele salirà su un traliccio di Telelombardia per realizzarsi un auto attentato. Verrà fermato prima di accendere la miccia da Mauro Masi, il quale lo abbraccerà forte, trattenendo le lacrime, e gli dirà: «Vieni, Michele, andiamoci a fa ’n bicchiere». Giorgio Napolitano.Sarà decisamente il suo anno, un Napolitanno. Una volta Re Giorgio si faceva comandare al telefono da Mosca. Nel 2011 si è fatto comandare al telefono da Berlino. Nel 2012 si farà telecomandare direttamente da Marte, favorendo l’arrivo al governo di un nuovo primo ministro, tutto verde e di nome Borz. Il presidente, nel nominarlo senatore a vita, si giustificherà così: «Dopo aver ridotto al verde gli italiani, era giusto che il governo si adeguasse e desse l’esempio».

 


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Placido Olivieri

    01 Gennaio 2012 - 19:07

    Vecchio nello stile, vecchio nell'insulto. Se per Buonnapolitanno intende gli auguri di una persona che ritengo lei non sia degno di nominare, li accetto di cuore. Non avevo ancora verificato la sua maleducazione nello scrivere in modo vergognosamente scurrile. La risposta che gli astri le hanno data mi consenta che sia io a rivolgerla a lei. Mettere in bocca al Ministro Fornero, anche metaforicamente, l'immonda, spregiudicata, maleducata e schifosamente offensiva frase da lei usata dovrebbe farla arrossire di vergogna. Voi di Libero strombazzate ai quattro venti di essere una stampa libera e indipendente.Libertà vuol dire avere rispetto di chi ti legge, indipendenza è anche quella di liberarsi la mente da insulti preconcetti. Queste qualità, ovviamente, non stanno dalle vostre parti.Da quando avete perso il vostro mantra mi pare che il vostro cervello veicoli senza strada e senza meta. La strada è quella del vivere civile, la meta è il raggiungimento della correttezza verso gli altri.

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra

    31 Dicembre 2011 - 17:05

    un popolo estinto che nella sua breve storia ha dimostrato acume ed intelligenza pari solo al miglior periodo della storia occidentale. Le gufate circa la fine del mondo? e c'è qualcuno che vuole ancora indicarle come gufate ? la fine del mondo non è specificata dove ed in che modo, pensate dopo un 2012 dove saremo ridotti con le pezze al culo sempre se riusciremo a nutrirci per sopravvivere ,con i personaggi a margine sui teleschermi a rompere ancora di più gli zebedei già maltrattati, con la previsione di discorsi, auguri e saluti da parte dell'eterna casta sempre più avida ed incaz... per aver perso forse qualche euro per la strada, con un 2013 da venire dove si dovrà pareggiare il bilancio e iniziare a pagare gli interessi dello spread, se non sarà questa la fine del mondo sarà forse successo che gli italiani hanno già provveduto a disfarsi delle loro sanguisughe.

    Report

    Rispondi

blog