Cerca

Facci: le liberalizzazioni non le farà il governo ma il mercato

Il servizio taxi sostituito da cooperative di limousine e tassisti abusivi. Le famarcie? Ci sarà internet. I saldi? Sono già liberi

Facci: le liberalizzazioni non le farà il governo ma il mercato

Anche se non faremo certe liberalizzazioni, certe liberalizzazioni faranno noi. È una regola occidentale, diciamo così: il mercato e le consuetudini rosicchieranno progressivamente ogni servizio inefficiente - checché resista - e quello schifo che è il servizio taxi italiano, per esempio, verrà suffragato da cooperative di limousine e tassisti abusivi e servizi alternativi, roba che in parte c’è già. Le farmacie? Ci sarà internet e le vendite sottobanco. Notai e avvocati e architetti con le tariffe minime? Ci sarà un esercito di professionisti proletari che farà pagare di meno e in nero. I saldi? Sono già liberi, basta non sbatterli in vetrina. La benzina? Se ne consumerà meno e si compreranno auto ecologiche: per forza. E poi chissà che altro. Ogni categoria, dopo aver fatto ogni cosa per tenersi i privilegi e il mercato, vedrà che il mercato calerà lo stesso: solo l’inefficienza rimarrà identica. A questa regola occidentale si affiancherà poi la regola italiana classica: intesa come una nostra fantastica abilità nell’aggirare ogni regola e nel trovare accomodamenti senza pagarne dazio. Qualche governo in puntuale ritardo culturale, infine, sanerà tutte le varie situazioni che nel frattempo in compenso saranno già ricambiate. Accade e accadeva già, come detto. Soprattutto nel Terzo mondo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlo5

    17 Gennaio 2012 - 14:02

    Caro Facci, inve e di fare fantascienza perché non dedica il suo tempo a dire, scrivere, di costruire una nuova legge elettorale con sbarrame to al 15% e solo due partiti che si possano alternare al governo, una sola camera con parlamentari dimezzati, un solo presidente che governi per cinque anni e pure una riforma, dove serve, della costituzione? Questo va fatto caro Facci prima di tornare alle urne. Poi se si sfascia tutto con l'euro in soffitta almeno avremo la possibilità, forse remota, di cercare di sopravvivere. Pensare al terzo polo, oppure a Bersani oppure a Berlusconi e la Lega mi sento male. Lei che ne dice. Buon lavoro Facci e circa i tassisti e tutti gli altri ormai sono nella "tonnara" perché noi cittadini di questi soggetti non ne possiamo più.

    Report

    Rispondi

  • oldcaesar

    17 Gennaio 2012 - 13:01

    Il mercato può fare, ma le leggi reprimono e castigano. Democrazia? Dove, come quando... fuori piove. Già da tempo ci sono PER ESEMPIO farmacie straniere on line che vendono a circa un terzo dei prezzi italiani. Ma se devo fare una compravendita? Non posso andare dal segretario comunale come in tanti altri paesi... Se ho fretta e non prendo il TAXI, quando arrivo? Può darsi che inventeremo monopattini elettrici ripiegabili nella valigia... Può darsi tutto Facci, ma non essene così certo. L'unica certezza è la legge fisica: ad ogni azione dinamica corrisponde una reazione eguale e contraria... Ma anche lì, l'azione è mirata, la reazione deve invece tener conto delle perdite di attrito, delle linee multidirezionali delle quali parecchie non pertinenti allo scopo desiderato...

    Report

    Rispondi

blog