Cerca

Con Libero 'Maledetto spread': in edicola da giovedì prossimo

Per la collana Manuali di conversazione politica, la storia di una grande truffa: quali sono e come risolvere i problemi italiani

Con Libero 'Maledetto spread': in edicola da giovedì prossimo
Da giovedì 2 febbraio, in edicola con Libero, troverete Maledetto Spread - Storia di una grande truffa. Per la collana Manuali di conversazione politica arriva il volume curato da Renato Farina, Davide Giacalone, Giancarlo Lehner, Edoardo Narduzzi, Angelo Pappadà, Flavio Pasotti e Giorgio Stracquadanio. Lo spread: una parola con la quale nostro malgrado siamo stati costretti ad acquisire confidenza. Quando è comparso sulla scena, la principale preoccupazione della politica italiana non è stata quella di bloccarlo, ma di afferrarlo per poterlo dare sulla testa dei propri avversari interni. Poi la voragine della speculazione si è allargata, e l'Italia, istintivamente, ha provato a buttarsi nell'abisso. Nel libro Maledetto Spread troverete una chiave per comprendere di che cosa si stia parlando, una chiave per comprendere i problemi che attanagliano il nostro Paese e gli strumenti per risolverli. Il presupposto? La crisi è europea e il guasto sta nelle debolezze istituzionali e nelle politiche dell'euro. Il volume Maledetto Spread sarà in edicola da giovedì 2 febbraio in abbinamento con Libero a 3,80 euro più il costo del quotidiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • beatles14

    08 Febbraio 2012 - 11:11

    E' una delusione! Non spiega niente, penoso soprattutto il pezzo scritto da Farina: non parla chiaro, si esprime in politichese e , soprattutto ,GIUSTIFICA l'agire di Berlusconi e Napolitano. Inaccettabile, faceva meglio a non scrivere niente. DELUSIONE PURA.

    Report

    Rispondi

  • acstar

    08 Febbraio 2012 - 10:10

    L'inciucio annunciato non fa altro che confermare quanto già espresso : niente voti alle prossime elezioni a chi ha dato sostegno politico a Monti , non dimenticate! In più , ci voleva parecchio a Monti a dimezzare le accise sui carburanti in questo momento di grande freddo ? Avrebbe potuto ripristinarle quanto prima, appena passato : la gente stà anche al freddo se non ha soldi per acquistare più carburanti ! Bella stronzata del forzato/imposto nostro primo ministro ! Dai e dai i comunisti promettendo impunità a quel "puttaniere" di Berlusconi ( grande consumatore di viagra e grande utente di adrologi ....) una certa impunità ! Ci ho creduto in lui, ma ora siamo indipendenti , per sempre, dalle stronzate di certi politici! Pensano solo all'oggi, per loro, e se ne fregano dei cittadini ! Merdacce e poi merdacce : aveva ragione il "ragionier Fantozzi" !

    Report

    Rispondi

blog