Cerca

Fiat e la condanna di Formigli Giusta o sbagliata? Sondaggio

L'ex giornalista di Annozero e la Rai pagheranno danni per 7 milioni di euro. Fin dove si può spingere l'autonomia dei giornalisti? Votate

Fiat e la condanna di Formigli Giusta o sbagliata? Sondaggio

Un caso politico, un caso giornalistico. La sentenza del Tribunale di Torino che condanna Rai e l'ex giornalista di Annozero Corrado Formigli, oggi a La7 con Piazzapulita, a pagare un risarcimento di 7 milioni di euro alla Fiat per un servizio "ingannevole" rappresenta infatti un precedente pesantissimo. In discussione, infatti, c'è l'indipendenza di una rete e di una redazione giornalistica nonchè il diritto di critica. "Una cifra impressionante, del tutto insostenibile. Una sentenza che investe non soltanto la vita di una persona, ma le ragioni stesse della nostra professione", ha scritto subito dopo la condanna Formigli, ex collaboratore di Michele Santoro, sulla propria pagina di Facebook. "Nel servizio incriminato - ha spiegato il giornalista - al fine di valutare la competitività di Alfa Romeo sul mercato delle auto sportive avevo messo a confronto tre piccole 'belve' su una pista per testare le loro prestazioni assieme a un pilota collaudatore. Un confronto già peraltro realizzato dalla più autorevole rivista di settore, Quattroruote, la quale aveva sancito con tanto di responso cronometrico che l'Alfa Romeo Mito Quadrifoglio Verde, una delle tre auto a confronto, era la più lenta su circuito, distanziata dalla Mini Cooper S di tre secondi e dalla Citroen DS3 di un secondo e mezzo". Quel giudizio è stato considerato però dalla Fiat una "insopportabile aggressione mediatica", per usare e parole di Formigli. Quei 7 milioni di euro (un milione e 750mila per danno patrimoniale, 5 milioni e 250mila di danno non patrimoniale) rischiano di spaventare e non poco editori ben meno solidi della Rai. Primo caso, quello del proprietario di Telelombardia Sandro Parenzo che ha annunciato la volontà di conoscere in anteprima quello che dirà questa sera Adriano Celentano a Servizio Pubblico, pena la non messa in onda del Molleggiato.

Formigli e Rai condannati per un servizio sulla Fiat.
Cosa ne pensate? Votate il sondaggio di Liberoquotidiano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • strangio

    28 Febbraio 2012 - 21:09

    giusto che la rai paghi la multa,mentre per i giornalisti,basterebbe non dare piu contributi statali,se vendono le castronerie scritte bene,altrimenti chiudono libero mercato

    Report

    Rispondi

  • GiorgioBanino

    24 Febbraio 2012 - 09:09

    Per come la vedo0 io, avrei condannato la rai ed i responsabile della, si fa per dire, suddetta trasmissione, a 7 miliardi. Tenendo conto della pena pecuniaria inflitta a Berlusconi, per la vicenda De Benedetti, mi sembra una cifra equa Giorgio Banino

    Report

    Rispondi

  • porrzuz1492

    23 Febbraio 2012 - 20:08

    O Formigli non é stato capace di leggere il test di quattro ruote o ha barato merita la condanna

    Report

    Rispondi

  • diesonne

    23 Febbraio 2012 - 19:07

    i giornasti non possono essere considerti evanelisti-amplificano di proposito e paralno anche a sproposito-prima parlano e poi forse pensano-paghino per le loro falsità

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog