Cerca

Ora sfottete

pure Sarkozy

Ora sfottete

Differenza di altezza... - Guardate la foto che abbiamo pubblicato qui accanto. Vi ricorda qualcosa o qualcuno? Eggià, la somiglianza è davvero impressionante. Scarpe da uomo, eleganti, e con tacco...no no, questa volta non si tratta del nostro premier Silvio Berlusconi. Che ai tacchi alti ci ha abituato da tempo. Questa volta i protagonisti vengono da Oltralpe...bè, almeno lui. Perché la lei è proprio una creatura nostrana. Di chi stiamo parlando? Ma di Carla Bruni e del marito Nicolas Sarkozy. I quali, vista la differenza di altezza, sono stati per così dire costretti a invertire il 'look'. Ballerine per Carlà, dunque, e tacchi rinforzati per il presidente francese Sarkozy, nell'immagine immortalati mentre si fanno avanti per accogliere il presidente Obama al Palais Rohan di Strasburgo in occasione del summit della Nato. Da quando è sposata con Sarkozy, la première dame francese è diventata la testimonial più famosa del nuovo look raso terra. Madame Carlà, data differenza di statura dal marito presidente, è stata costretta a dimenticare i tacchi.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • micael44

    06 Aprile 2009 - 10:10

    Meno male che l'intelligenza e le doti di un governante non si misurano in centimetri! Scommetto che gli avversari politici delle persone interessate la pensano diversamente. Io proporrei di imporre, come si fa per le forze di polizia, un'altezza minima per poter darsi alla politica!

    Report

    Rispondi

  • disgustato

    06 Aprile 2009 - 10:10

    Egregio direttore,perchè devo sfottere Sarkosy? Perchè porta i tacchi? Di Berlusconi coi tacchi non mi importa nulla ,è piccolo e tale resterà. Viene sfottuto per la sua gigioneria e per il comportamento non consono per un capo di stato. Questo mi dispiace perchè anche se non l'ho votato esso mi rappresenta. Il triste è che anche gli altri capi di stato non lo prendono più sul serio e viene estromesso dalle decisioni importanti,relegando l'Italia a mera comparsa.

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    06 Aprile 2009 - 09:09

    Chirac chiamava Sarkozy: "Sarkò le petit". Molto elegante per evidenziare che il suo allora ministro non era un Goria o un Gargantua. E la stampa e gli avversari politici non hanno mai avuto da ridire sulla sua bassa statura, che non è una colpa. In Italia invece A Berlusconi hanno rifilato di tutto, peggio che a Fanfani: nano, tappo, pisoconano.Come se essere bassi sia una pestilenza. E tali epiteti si sono sprecati tra quelli che condannano le leggi razziali di Mussolini. Chi è allora il vero razzista, i veri razzisti?

    Report

    Rispondi

blog